igiene insieme scuole progetto napisan

Riparte ‘Igiene insieme’, progetto per buone pratiche a scuola per la sicurezza dei più piccoli

Sperimentato con successo tra settembre e dicembre 2020, il progetto ‘Igiene insieme’ di Napisan torna nelle scuole d’infanzia e primarie con l’obiettivo di renderle luoghi sempre più sicuri con l’insegnamento di buone pratiche di igiene tra i più piccoli.

L’iniziativa, ideata in collaborazione con l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e La Fabbrica, prevede la donazione agli istituti di un kit per ogni classe contenente 25 flaconcini di gel disinfettante, 3 confezioni di salviette igieniche e un opuscolo con informazioni e materiale didattico sulle corrette pratiche d’igiene, che i bambini apprenderanno attraverso tabelle, disegni e giochi didattici. Inoltre, gli insegnanti che lo vorranno potranno partecipare a un corso di formazione in igiene organizzato dalla cattedra di Igiene e Medicina preventiva dell’Università Vita-Salute San Raffaele.

igiene insieme scuole progetto napisan


“Il kit è stato arricchito con strumenti educativi che facilitano il percorso di apprendimento delle buone pratiche da parte dei bambini – ha spiegato Enrico Marchelli, amministratore delegato di RB Hygiene Italia – Uno di questi è un timbro, apposto sulla mano del bambino all’ingresso a scuola, che dovrà essere cancellato durante il giorno lavando le mani: così il bambino non solo ricorderà che deve lavarsele, ma vedendo il timbro lo vivrà come un gioco che lo porterà a farlo con la giusta frequenza”.

Tra settembre e dicembre 2020, al progetto Igiene insieme hanno partecipato 5mila scuole con oltre 700mila studenti coinvolti in diverse attività insieme ai rispettivi insegnanti. Nel 2021 il progetto coinvolgerà altri 3mila istituti in tutta Italia, portando il totale delle scuole coinvolte a 8mila. L’impegno economico dell’azienda promotrice è di circa 2 milioni di euro. Le scuole intenzionate a partecipare all’iniziativa possono iscriversi sul sito www.igieneinsieme.it.

“I risultati di Igiene insieme sono stati molto positivi e per questo abbiamo deciso di continuare – ha sottolineato Marchelli – Da un lato gli insegnanti ci hanno riferito che i comportamenti dei bambini sull’igiene sono nettamente migliorati rispetto al passato, dall’altro le famiglie si sono dette soddisfatte, perché questi comportamenti orientati alle buone pratiche dell’igiene sono stati portati anche a casa”.

Caffeina news by AdnKronos