Vaccini Covid e guariti, come esporsi al sole

“Molta attenzione e precauzioni”. Vaccini Covid e guariti, le regole per esporrsi al sole

Ora che l’Italia è costellata perlopiù da Regioni bianche e che il coprifuoco è sulla via della dissolvenza, un po’ ovunque si stanno organizzando vacanze e piccole fughe dalle città. Le destinazione prescelte sono quasi sempre marittime, anche se la montagna rimane comunque meta d’interesse per moltissimi italiani. A lanciare l’allarme su Covid e vaccini sono gli esperti.

Si dovrà fare un particolare attenzione nel caso in cui ci si sia vaccinati o si abbia contratto il coronavirus. Il Covid-19 può causare problemi anche alla pelle, la quale, per questo, necessita di attenzioni ancora maggiori. Stando a quanto riportato dal Messaggero, gli esperti riferiscono che si dovrà riporre particolare attenzione, particolarmente quando si deciderà di esporsi volontariamente ai raggi solari.

Vaccini Covid e guariti, come esporsi al sole

Infatti, la pelle associata ai diversi stadi del contagio, o successiva alla somministrazione del siero, necessita di una protezione maggiore rispetto al solito. La campagna di prevenzione dei tumori della pelle “SorrIDI al sole”, è partita ed è stata promossa dall’Istituto dermopatico dell’Immacolata di Roma-Ircss con l’Idi-Farmaceutici, come riporta anche dal quotidiano Il Giornale. Gli esperti raccomandano l’utilizzo di prodotti a base di polveri naturali come ossido di zinco o biossido di titanio, capaci di riflettere o diffrangere le radiazioni UV, oppure filtri chimici in grado di riassorbirle, che rendono possibile la cosiddetta fotoprotezione chimica. Inoltre è consigliata l’assunzione per via orale di specifici fotoprotettori come vitamina, minerali, polifenoli, carotenoidi dotato di proprietà fotoprotettive e anti-fotocancerogene, per stimolare la di fotoprotezione sistemica.


Vaccini Covid e guariti, come esporsi al sole
Vaccini Covid e guariti, come esporsi al sole

Secondo Luca Fania, dermatologo dell’Idi e coordinatore dell’ambulatorio tumori cutanei non melanocitari, sarebbe necessario attendere diverso tempo prima di abbronzarsi, per non rischiare conseguenze per la pelle. “Per queste tipologie di pazienti (vaccinati e guariti dal covid-19) sarebbe opportuno disporre di un lasso di tempo di alcune settimane prima dell’esposizione solare, sottolinea. Inoltre, queste persone esporsi gradualmente al sole, utilizzare creme solari ad alta protezione ed eventualmente, associarle alla fotoprotezione sistemica.Per questi motivi è fondamentale il ruolo del dermatologo nell’istruire il ad una corretta esposizione solare”.

Pubblicato il alle ore 10:26 Ultima modifica il alle ore 10:26