Coronavirus, intera famiglia italiana ricoverata: padre, madre e 2 minorenni

Salgono a 11 i morti in Italia per il coronavirus. Tre i decessi nelle ultime ore in Lombardia: sono due uomini di 91 e 84 anni e una donna di 83 anni. Lo ha spiegato Angelo Borrelli, commissario straordinario per l’emergenza coronavirus. A questi si aggiunge la morte di una 76enne a Treviso che era ricoverata presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Treviso ed è risultata positiva al coronavirus. La donna è deceduta alle 18.10 a causa delle complicanze respiratorie sopraggiunte nelle ultime ore.

Sono 325 le persone contagiate in 8 regioni e in una Provincia autonoma, secondo il monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del coronavirus sul territorio nazionale diffuso dalla Protezione civile. Di queste una persona è guarita, mentre 11 sono decedute. Nel dettaglio, i casi accertati di coronavirus sono 240 in Lombardia, 45 in Veneto, 26 in Emilia-Romagna, 3 in Piemonte, 3 nel Lazio, 3 in Sicilia, 2 in Toscana e 2 in Liguria, uno nella Provincia autonoma di Bolzano. (Continua a leggere dopo la foto)


Un’intera famiglia di Miradolo Terme (Pavia) è ricoverata al reparto di malattie infettive del San Matteo di Pavia, dopo essere stata contagiata dal Coronavirus. La notizia è stata confermata da fonti vicine alla famiglia e al Comune di Miradolo Terme (Pavia), un paese al confine con la provincia di Lodi. A finire in ospedale sono stati il padre, di professione odontotecnico, la madre e le due figlie di 17 e 13 anni: la prima frequenta una scuola media superiore a Sant’Angelo Lodigiano (Lodi), la sorella va alle medie. (Continua a leggere dopo la foto)

Sarebbe stata la prima delle due figlie ad accusare i primi sintomi. Le sue condizioni e quelle dei suoi familiari non sono comunque preoccupanti. Il match tra Irlanda e Italia, valido per il 6 Nazioni di rugby, potrebbe esser cancellato. La partita è prevista per il 17 marzo, ma è sotto osservazione e potrebbe essere rinviata per motivi legati alla salute pubblica in seguito all’emergenza Coronavirus. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
A riferirlo è l’agenzia Bloomberg citando Tony Holohan, capo del dipartimento della Salute, che chiede di annullare la partita a causa della “rapida evoluzione dell’epidemia” nel Nord dell’Italia, con il conseguente rischio di importare casi di Coronavirus anche in Irlanda. Il ministro della Salute, Simon Harris, avrebbe accolto con favore questa raccomandazione che potrebbe portare all’annullamento della partita del 17 marzo.

di Gianluca Salza

Ti potrebbe anche interessare: Coronavirus e mascherine, cosa c’è da sapere: chi deve usarle e come

Pubblicato il alle ore 07:21 Ultima modifica il alle ore 11:50