Avete il senso piccolo e non vi piacete? Niente paura, ecco l’incredibile novità che vi riguarda. Curiose? Questi trucchi vi stupiranno…

 

Le “tettone” non vanno più, viva il seno piatto. Il diktat arriva da fonte più che autorevole, ovvero Victoria’s Secret, il brand inglese di lingerie che ha fatto del reggiseno push up il proprio emblema. Il seno? XS, quindi.

(Continua a leggere dopo la foto)


{loadposition intext}

Seno piatto, dato che nelle scorse settimane il brand ha lanciato una nuova campagna pubblicitaria per promuovere i reggiseni a triangolo, quelli cioè privi di imbottiture con lo slogan “Il reggiseno non imbottito è sexy” e gli “angeli” chiamati a rappresentare la nuova linea sono le modelle Elsa Hosk, Martha Hunt e Taylor Hill, bellissime ma piuttosto piatte. Le donne “normali” con seno extra small o cadente che finalmente non devono più armarsi di push up e balconcini.  Insomma, piccolo è bello e se a dirlo è l’oracolo in fatto di sensualità… non ci resta che credervi. Il seno piccolo, in passato, aveva comunque più volte fatto parlare, per un motivo o per l’altro. Se Audrey Hepburn non amava molto la sua mini-taglia, secondo quanto rivelato dal figlio nella biografia dell’attrice, Keira Knightley, invece, qualche anno fa aveva acconsentito a far “ritoccare” il suo décolleté considerato poco appealing, per la locandina del film Pirati dei Caraibi, ma si risentì per la forma che venne data al seno: se finto deve essere, che almeno sia perfetto e non avvizzito! E come darle torto… All’attrice italiana Laura Chiatti, invece, le sue forme non pronunciate pare causassero disagio e stress tanto da averle ritoccate al rialzo.

(Continua a leggere dopo la foto)

Esistono misure ideali, ovvero esiste il seno perfetto? Quello a coppa di champagne, anche se tempo fa la Cadogan Clinic di Londra ha dettato le misure auree del perfetto décolleté intervistando 1352 tra donne e uomini dai 30 ai 50 anni e 53 specialisti, arrivando a stabilire che il seno perfetto ha la forma a goccia, ovvero più voluminoso nella parte bassa, addirittura si è stabilito un 55 per cento per questa e un 45 per quella superiore. E non è finita, perché deve essere proiettato all’insù di 20 gradi. In poche parole, quello che conta non è tanto la taglia, quanto la proporzione: un bel seno deve essere regolare nella sua forma.  E se secondo una ricerca del brand cosmetico Somatoline Cosmetic il 40 per cento delle donne dichiara di essere favorevole alla chirurgia plastica e il chirurgo Paolo Santanché rivela che la mastoplastica additiva resta tra gli interventi più richiesti dalle italiane, insieme a liposuzione e rinoplastica. 

(Continua a leggere dopo la foto)

Sdoganate le taglie S e XS, non si deve cadere nell’errore di pensare che un seno piccolo non abbia bisogno di cure tanto quanto uno più voluminoso. Victoria’s Secret è il caso più vistoso, ma sono tanti i marchi di lingerie orientati verso modelli per taglie minimal che valorizzino anche il poco che c’è, attraverso la scelta di materiali sofisticati e tagli strategici. E se anche la forza di gravità tende a infierire meno, il rischio cedimento dei tessuti è sempre in agguato. Una pelle elastica funge da “tirante”, quindi la sensazione di maggiore volume è più evidente: una prima resta pur sempre una prima, certo, ma una prima tondeggiante e, nel suo piccolo, voluminosa, dona un effetto ottico diverso. Quindi oltre a trattamenti volumizzanti, la routine beauty non deve trascurare formule elasticizzanti e rassodanti. Come l’ultima di Biotherm, Super Bust Tense-in-Serum un siero con estratti di Chondrus Crispus, un’alga dalle proprietà tonificanti, ideato per rassodare istantaneamente il seno e per tonificarlo nell’arco di 4 settimane. O come Gel Buste Super Lift di Clarins che lascia sulla superficie della pelle un velo invisibile che agisce come un vero e proprio lifting cosmetico, donando sostegno e compattezza. Poche gocce al giorno di Attivi Puri Collagene + Acido Ialuronico Seno rassodante liftante di Collistar bastano invece per un’immediata azione lift e un rimodellamento progressivo. E se tutto questo non dovesse bastare, se il vostro décolleté soccombe regolarmente alla forza di gravità, volete indossare un abito scollatissimo come se ne sono visti ultimamente indosso alle dive sui red carpet del Met e di Cannes ma non osate senza reggiseno, potete sempre provare il metodo Kardashian: effetto push up ottenuto… con del nastro adesivo per pacchi!

 

Ti potrebbe interessare anche: “Allatto al seno, mi tiene in forma”, la neomamma Scarlett Johansson si racconta

Pubblicato il alle ore 21:10 Ultima modifica il alle ore 11:51