Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Sentiti figo, non “rosicare” e altri atteggiamenti da cambiare se vuoi che la vita ti sorrida

La vita una fregatura? Forse. La viviamo come se durasse per sempre invece un giorno finirà, tanto per cominciare. E magari finisce prima che tu abbia realizzato quel sogno, dimenticato quell’errore e prima che tu te lo sia perdonato. Comunque finché c’è, la vita va vissuta bene. Senza ansia da prestazione e senza paranoia, senza pensieri nocivi, senza vergogna, senza rabbia. Mica facile. Ma con un po’ di perseveranza e con un poco di zucchero come diceva la mitica MaryP, si può. Basta cambiare qualche cosina. Per esempio ci sono cinque atteggiamenti che, se li cambi, vedrai che la vita ti sorriderà.

(Continua a leggere dopo la foto)

 


1) Il tuo capo ti chiama in continuazione e ogni volta ti tocca alzarti e andare da lui, poi una volta ti sbrocca, un’altra volta si è scordato quello che ti doveva dire, un’altra volta voleva solo un caffè e poi ti ha chiamato solo per cazzeggiare. Invece di vivere ogni chiamata con isteria e pensando che quello è solo un coso a cui pesa il sedere, pensa che ogni volta che ti alzi la circolazione ti ringrazia (stare seduti per più di un’ora è deleterio). Muoversi di tanto in tanto è fondamentale. Inoltre impedisci alla flaccidità di impossessarsi del tuo corpo. Il suo (del capo) di corpo non sarà mai tonico.. Magra consolazione? Macché…

(Continua a leggere dopo la foto)

2) Ti piace la mia torta di mele? Oh, è buonissima, rispondi tu quando invece pensi dov’è il bagno? Devo vomitare... E se provassi a dire la verità? Certo, anche quella che fa male, altrimenti è troppo facile. Se menti agli altri, menti pure a te stesso. E se menti a te stesso, perché la vita dovrebbe sorriderti?

(Continua a leggere dopo la foto)

 

3) Davanti allo specchio la mattina: oddio! E svieni. Non ti piaci. Vuoi più zigomi di qua, meno rotoli di là. Ah, quella stempiatura. Oh cielo, le smagliature. Stop. Da domani guardati allo specchio e qualunque cosa tu veda là dentro, baciala. Così l’autostima schizza alle stelle e tutto succede di conseguenza. 

(Continua a leggere dopo la foto)

 

4) Prepari una cenetta deliziosa e gli chiedi «Love, puoi sorvegliarla mentre mi metto il top coat?» Certo, la risposta. Torni in cucina e devi spegnere l’incendio con l’estintore. Reazione immediata (sbagliata): «sei un idiota, non ti si può chiedere niente, perché capitano sempre a me (le persone sbagliate intorno)?» Non ci siamo. Per quanto tu possa rosicare di un contrattempo, se sbraiti come un’ossessa non cambierà nulla, se non il tuo volto che da normale diventerà spaventoso. Riderci su, anche di fronte ai contrattempi meno divertenti è meglio. E poi l’errore è a monte: non si mette il top coat mentre si cucina. La perla: se c’è rimedio perché te la prendi? E se non c’è rimedio perché te la prendi? Diceva Confucio.. Ricordarlo più spesso.

(Continua a leggere dopo la foto)

5) Ci sono persone che ti conoscono e ti sgamano se stai dicendo una bugia e tutto questo ti urta (insomma, non si può più mentire su questa terra?). Con chi te la prendi? Non era proprio questo ciò che ti piaceva in mela, ovvero che capiva anche quello che non dicevi? Ricordati più spesso chi sei, cosa vuoi, dove vuoi andare e con chi. Ma non ti dimenticare chi sei stato e dove volevi andare allora. Motivo? Capirti meglio. Essere più coerente. Rompere meno. Farti sorridere dalla vita ogni volta che ti serve un sorriso intorno. 

 


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) รจ una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004