Vietato fumare (anche all’aperto). I nuovi stringenti divieti: tempi duri per i fumatori


Siamo a Milano, dove il consiglio comunale ha approvato il Regolamento sulla qualità dell’aria che prevede, tra le altre cose, il divieto di fumare dal primo gennaio 2021 anche in alcuni luoghi all’aperto. Il regolamento prevede il divieto nei parchi, nel raggio di dieci metri dalle fermate dei mezzi pubblici, nelle aree gioco per i bambini, nelle aree per i cani, nei cimiteri, ma anche negli stadi, compreso quello di San Siro.

Dal primo gennaio 2025, inoltre, il divieto di fumo sarà esteso a tutte le aree pubbliche all’aperto. Il divieto è stato deciso perché limitare il fumo aiuta a ridurre il Pm10, ovvero il particolato formato da particelle con un diametro inferiore al centesimo di millimetro (10 micrometri) che riescono anche a depositarsi nei bronchi. (Continua a leggere dopo la foto)






Tra le altre novità contenute nel Regolamento c’è l’obbligo per tutti i punti di vendita di carburante di dotarsi in futuro di infrastrutture di ricarica elettrica; il divieto di installare nuovi impianti a gasolio e biomassa per il riscaldamento degli edifici e, a partire dal primo ottobre 2022, il divieto di utilizzare gasolio anche negli impianti di riscaldamento già esistenti. (Continua a leggere dopo la foto)








Con l’arrivo del nuovo anno dunque sarà possibile fumare all’aperto solo in luoghi isolati, ma dal 2025 il divieto verrà esteso a tutte le aree pubbliche all’aperto. Marco Granelli, assessore alla Mobilità del Comune, ha spiegato alla commissione consiliare i motivi della decisione. Il provvedimento aiuterà infatti a ridurre le particelle più nocive per i polmoni nell’aria, e sarà inoltre una “operazione di prevenzione della salute“, secondo quanto spiegato dall’assessore. (Continua a leggere dopo la foto)

 


“Pensiamo sia una spinta ulteriore che diamo per migliorare la salute e questo ha un significato maggiore adesso, con la pandemia in corso“, ha concluso Granelli. Il divieto di fumo vicino alle fermate di tram e di bus, nei parchi, e nelle strutture sportive, sarà attivo a partire dal primo gennaio 2021.

Ti potrebbe anche interessare: Luca Argentero e la fidanzata in lacrime. Sì, è successo anche a casa loro

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it