“700 morti al giorno e fino a 40mila contagi”. Covid, lo scenario peggiore per l’Italia


Parliamo di ipotesi, che seppur tragiche, restano comunque ipotesi: secondo uno studio americano il mancato uso delle mascherine in Italia potrebbe causare fino a 700 morti al giorno, cifre che tornano a mettere paura con l’arrivo della seconda ondata del virus in Europa. Nello studio disponibile sul sito Worldometer e riportato da Il Fatto Quotidiano, si parla di 15mila contagi al giorno a novembre e oltre 40mila a dicembre. Crisanti ha commentato lo studio spiegando che analizza tre possibili scenari e questo è ovviamente quello più estremo correlato a un mancato uso dei dispositivi di sicurezza e al mancato rispetto delle regole di distanziamento sociale.

Naturalmente il sito non tiene conto di eventuali misure restrittive o di ulteriori nuove aperture, specifica Crisanti. Proprio sulle aperture dal Cts è arrivato lo stop sugli stadi. L’incremento dei contagi e la necessità di far ripartire le scuole hanno spinto gli esperti a rimandare ulteriormente l’apertura. La situazione in Italia è tornata a preoccupare gli esperti, ma Conte ha ribadito che non verrà messo in atto un nuovo lockdown nazionale, mentre si procederà ad arginare i cluster in modo circoscritto. (Continua a leggere dopo la foto)






Nel frattempo fa discutere in Francia la proposta di un lockdown dell’Avvento per salvare il Natale, avanzata su Le Monde dai premi Nobel per l’Economia 2019 Abhijit Banerjee e Esther Duflo. L’idea è proprio quella di chiudere tutto fra il primo e il 20 dicembre, in modo da ridurre i contagi prima delle feste e permettere ai francesi di ritrovarsi in famiglia per Natale senza a quel punto correre più rischi alti come quelli della fase attuale. (Continua a leggere dopo la foto)






Secondo i due economisti, di fronte alla crescita dei contagi, che sarà propiziata dall’arrivo del clima più freddo, il governo potrebbe essere costretto ad un nuovo confinamento generale o a “vietare viaggi e riunioni familiari per Natale”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Per evitare che il presidente Emmanuel Macron diventi il “Grinch” che rovina il Natale, sarebbe dunque meglio prevenire con una chiusura dell’Avvento, che secondo i due premi Nobel si rivelerebbe meno dannosa per l’economia rispetto ad un lockdown natalizio.

Ti potrebbe anche interessare: Si toglie la vita a 14 anni. È successo dopo essere stata su facebook: “Non c’è dubbio”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it