Il Vaticano contro Brittany: “Non è stata una morte con dignità”


A ventiquattr’ore dalla morte di Brittany Maynard, arriva il commento del Vaticano. Il suicidio assistito è “un’assurdità” perché “la dignità è un’altra cosa che mettere fine alla propria vita”. Così il presidente della Pontificia Accademia per la Vita, mons. Carrasco de Paula. Che ha aggiunto: “Non giudichiamo le persone ma il gesto in sé è da condannare” (continua dopo la foto)



La ventinovenne americana Brittany Maynard qualche giorno fa ha preferito l’eutanasia alla morte alla quale l’avrebbe condotta un cancro al cervello che le lasciava pochi mesi di vita. La sua scelta ha riaperto negli Usa il dibattito sul suicidiio assistito, previsto solo in alcuni Stati. “La libertà – ha scritto Maynard nel suo necrologio – è nella scelta. Se qualcuno, per qualche motivo, non condivide la morte con dignità, può semplicemente non sceglierla”.

“Cambiamo i nostri pensieri, cambieremo il mondo” Le ultime parole di Brittany

Coerente fino alla fine: malata di cancro, Brittany si è suicidata