“Ecco come muore il Covid-19”. Coronavirus: gli esperti lo hanno finalmente capito


Ci sono delle novità sullo studio del coronavirus. A quanto sostiene un nuovo studio scientifico effettuato all’Università di Aix-Marsiglia “il Covid19 si disattiva completamente solo a più di 90 gradi, mentre a una temperatura più bassa può continuare a riprodursi”. Ma non solo, lo studio evidenzia come il coronavirus possa resistere a temperature superiori a 60 gradi. I ricercatori dell’Università di Aix-Marsiglia hanno preso in esame diversi ceppi di Covid19 con cui hanno infettato le cellule renali di una scimmia. Il risultato: alcuni ceppi siano morti a 60 gradi, mentre altri erano ancora in grado di riprodursi.

Per far morire completamente tutti i ceppi del virus la temperatura è stata aumentata di oltre trenta gradi. Secondo lo studio condotto all’Università di Aix-Marsiglia il coronavirus può resistere fino a due giorni sui vestiti e solo il lavaggio a 92 gradi, per 15 minuti, è stato in grado di uccidere completamente il virus. Un’altra notizia scientifica degna di nota è il numero di bambini contagiati dal coronavirus che potrebbe essere più ampio di quanto attualmente riportato. (Continua a leggere dopo la foto)










Un dettaglio messo in evidenza da un nuovo studio pubblicato sul ‘Journal of Public Health Management and Practice’ dall’Università della Florida del Sud (Usf) e dall’Istituto femminile per l’indagine sociale indipendente (Wiise), secondo cui per ogni bimbo che necessita di terapia intensiva per Covid-19, ci sarebbero 2.381 bambini infettati dal virus. (Continua a leggere dopo la foto)






Un calcolo che segue un rapporto del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie su oltre 2.100 piccoli contagiati proprio in Cina. Secondo il registro nordamericano Virtual Picu (Pediatric Intensive Care Units) Systems, 74 bambini negli Stati Uniti sono stati ammessi nelle terapie intensive pediatriche tra il 18 marzo e il 6 aprile per Covid-19, e altri 176.190 sono quelli che sono stati infettati durante questo periodo di tempo. (Continua a leggere dopo la foto)



 


I bambini di età inferiore ai 2 anni rappresentano il 30% dei casi, il 24% ha un’età compresa tra 2 e 11 anni e il 46% dei casi in terapia intensiva è rappresentato da ragazzi tra i 12 e i 17 anni. I ricercatori affermano che se fino al 25% della popolazione americana verrà infettata dal coronavirus prima della fine del 2020, ben 50.000 bambini con malattie gravi dovranno essere ricoverati in ospedale, fra cui 5.400 gravemente malati e che necessitano di ventilazione meccanica.

Ti potrebbe anche interessare: “Ma sei incinta?”. Ida Platano, la voce rimbalza e fa rumore: la dama interviene e non ci gira intorno

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it