“Non consumatelo assolutamente e riportatelo subito al punto vendita”. Ritirato il prodotto (tra i più consumati a Natale) dagli scaffali dei supermercati italiani. Marca e lotto


 

Nel periodo natalizio soprattutto è uno dei prodotti che viene maggiormente consumato per guarnire i piatti, ma in queste ore è stato diramato un comunicato che invita i consumatori a non consumare la pasta d’acciughe Balena. Nella nota si invita a prestare grande attenzione al famoso tubetto che è presente nei frigoriferi di molti italiani soprattutto in previsione delle feste. Molto usata per decorare i piatti a base di pesce, preparare crostini e pietanze varie per le tavole di Natale è stata ritirata dai supermercati di tutta Italia. Motivo: può essere pericolosa per chi è allergico perché in etichetta non indica la presenza di solfiti (anidride solforosa) in quantità tale da provocare disturbi in alcuni soggetti. Infatti, il consumo del prodotto contenente solfiti, in chi è allergico può arrecare varie tipologie di malessere che possono andare da mal di testa e senso di pesantezza, eczemi, diarrea fino a difficoltà respiratorie e attacchi gravi di asma. (Continua a leggere dopo la foto)



L’indicazione in base al Regolamento 1169/11 deve essere comunicata ai consumatori in maniera chiara ed evidente proprio per garantire la sicurezza alimentare e tutelare la loro salute. L’unico lotto interessato al ritiro è il numero 80031048 con scadenza 27 gennaio 2018, il bollo di identificazione dello stabilimento è IT 1 CE 01/2018. La confezione è quella classica da 65 grammi, la più piccola delle tre prodotte con l’inconfondibile striscetta tricolore vicino al tappo. 

(Continua a leggere dopo le foto)



 

È stata la stessa azienda produttrice la Balena srl con sede in via De’ Vespucci 210 a Firenze, dopo aver verificato la presenza dell’errore a disporne il richiamo dagli scaffali della Grande Distribuzione.  Il primo a togliere il lotto incriminato e avvertire i suoi clienti è stato Auchan: “I consumatori che fossero allergici ai solfiti sono invitati a non consumare e riportare il prodotto al punto vendita. Per qualsiasi chiarimento o informazione si può telefonare allo 055-317244”. 

Ti potrebbe interessare anche: “Non mangiatela assolutamente, può essere mortale”. Carne, allarme alimentare in Italia. Ecco cosa è stato trovato e dove