Coronavirus, centinaia di tamponi sparsi per la strada. Svelato il mistero


Uno spreco atroce: centinaia di tamponi per il coronavirus persi per la strada, probabilmente caduti durante il trasporto. È successo a Calcinato, in provincia di Brescia, dove un automobilista ha chiamato le forze dell’ordine dopo aver avvistato quattro scatoloni rovesciati a lato della carreggiata con i preziosi test sparsi dappertutto.

I carabinieri hanno provveduto al recupero dei dispositivi, oggetto di molte polemiche e discussioni per la forte richiesta da parte di medici, ospedali, forze dell’ordine. Stando a quanto comunicato dai militari, si trattava di 400 tamponi nasali per covid-19 prodotti dalla ditta “Copan Flock Technologies srl” di Brescia. Il materiale, regolarmente sigillato nelle apposite confezioni, era sparso lungo via Statale. Nel comunicato diramato dall’Arma si legge che l’ipotesi ritenuta più probabile è quella dell’incidente: il carico potrebbe essere inavvertitamente caduto durante il trasporto. (Continua a leggere dopo la foto)







Tuttavia i tamponi sono ancora utilizzabili e vengono conservati al sicuro all’interno della stazione dei carabinieri di Bedizzole, in attesa che il legittimo proprietario venga a reclamarli. Sui tamponi si è espresso il governatore lombardo, Attilio Fontana, che risposto alle polemiche in merito alla scelta da parte della regione Lombardia di effettuare i test solo alle persone sintomatiche. (Continua a leggere dopo la foto)






Scelta secondo molti che avrebbe escluso un’ampia parte di possibili positivi al coronavirus costretti all’isolamento domiciliare senza essere sottoposti a tampone, “falsando” di fatti i numeri complessivi dei contagi: “La regione Lombardia ha rigorosamente seguito i protocolli dettati dall’IStituto Superiore di Sanità. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Hanno inviato il 27 febbraio le indicazioni su come ci si doveva comportare – ha spiegato il governatore lombardo che ha ha poi letto la nota – in assenza di sintomi il test non appare sostenuto da un razionale scientifico, c’è scritto. I tamponi sono riservati ai sintomatici, gli altri tamponi sono ritenuti addirittura fuorvianti”.

Ti potrebbe anche interessare: Coronavirus, l’attore non ce l’ha fatta: l’annuncio dato dalla famiglia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it