Tumore al cervello. C’è un sintomo banalissimo a cui nessuno dà importanza e che invece potrebbe significare il peggio. Quando è il caso di preoccuparsi seriamente


 

La calciatrice statunitense Lauren Holiday – che ormai si è ritirata – è incinta del primo figlio che darà alla luce tra un mese. Passerà ancora un mese e si sottoporrà a un intervento alla testa: alla ex calciatrice è stato diagnosticato un tumore benigno al cervello quando era incinta di 6 mesi. È quanto ha rivelato a Nola.com suo marito, Jrue Holiday. ”Eravamo così felici, al settimo cielo per la nascita del nostro bimbo e, ovviamente, lo siamo ancora ma non possiamo negare che la notizia del cancro, anche se benigno, ci ha distrutti psicologicamente – ha detto – Ora la nostra priorità è essere in grado di gestire i sintomi di Lauren con una gravidanza serena e salutare”. La sportiva si è resa conto di avere un tumore dopo aver iniziato a soffrire di tremendi mal di testa. La risonanza magnetica ha confermato la presenza di un tumore nella parte destra del cervello. ”CI sono giorni in Lauren sta bene e giorni in cui non sta bene ma è una combattente – ha aggiunto il marito – ed è questa la vera ragione per la quale l’ho sposata”. Continua a leggere dopo la foto






Ma quindi il mal di testa è un sintomo del tumore al cervello? Sì. Lo ha confermato a Self anche Robert Martuza, neurochirurgo del Massachusetts General Hospital: ”Quando il tumore cresce e occupa spazio la pressione che esercita provoca mal di testa. Il dolore può anche essere un avvertimento: il tumore sta formando delle membrane intorno al cervello e la testa fa male perché piena di terminazioni nervose. Ovviamente non significa che ogni mal di testa indichi la presenza di un tumore al cervello: C’è una differenza tra i vari tipi di mal di testa. Continua a leggere dopo le foto








 

Ma qual è la differenza? La differenza tra il mal di testa provocato dal tumore al cervello e il mal di testa ”normale” è che il primo è persistente e ininterrotto; l’altro va e viene. ”Il mal di testa da tumore al cervello è un tipo di mal di testa ‘diverso’ che non avete mai sperimentato prima. Non è potente, anzi, è debole ma continuo” spiega Martuza. Ma non è finita: i mal di testa associati al tumore al cervello sono più intensi la mattina presto o la sera. E peggiorano quando ci si piega, quando si tossisce, quando si starnutisce o quando si fa la cacca. Continua a leggere dopo la foto

“Ma il mal di testa non è l’unico sintomo del tumore al cervello: esso arriva insieme a perdita di controllo di una parte del corpo e perdita di vista o udito”, ha precisato il dottor Ahluwalia. Quando è il caso di fare un’analisi più approfondita? Nel caso di mal di testa persistenti, è bene sottoporsi a una risonanza. Nel frattempo, coloro che soffrono di mal di testa non dovrebbero farsi prendere dal panico: ”Potrebbe anche essere una semplice sinusite quindi è bene non esagerare con le preoccupazioni. Approfondire è un’ottima idea nel caso certi sintomi persistano nel tempo”.

Leggi anche: La tua cacca è fatta ”così”? Se dura da più di 15 giorni, vai subito dal medico. Potrebbe essere molto grave

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it