Corona virus, caso sospetto al sud. Il contagio è arrivato anche in Italia?


Hanno superato quota 600 i casi di polmonite da coronavirus accertati in Cina, tra cui 95 gravi. I decessi sono ormai 25. Lo riferisce la Commissione nazionale per la Sanità cinese. Il virus ha colpito in 25 province cinesi. E dopo Wuhan, altre quattro città della provincia dello Hubei sono state messe in quarantena, con lo stop ai trasporti pubblici: Huanggang, Ezhou,, Chibi, e Xiantao. È stato registrato il primo decesso fuori dall’epicentro dell’epidemia. Segnalazioni sono arrivate anche dalla Francia e dalla Scozia. Ed ora anche dall’Italia.

Una donna barese proveniente dalla Cina si trova attualmente ricoverata nel Policlinico di Bari per un sospetto caso di virus di Wuhan perché, giunta al pronto soccorso con sintomi apparentemente influenzali, febbre e tosse; sono state attivate, come da circolare ministeriale, tutte le procedure previste per prevenire la diffusione del virus. A quanto si apprende si tratterebbe di una cantante della provincia di Bari di ritorno da un tour in oriente che ha toccato anche la zona di Wuhan, città da dove si è diffuso il virus, che ha avvertito sintomi sospetti. Continua a leggere dopo la foto








Tuttavia sono risulte negative le prime analisi effettuate sulla donna. Dalla struttura sanitaria barese precisano che non c’è alcuna conferma che si tratti del virus, anche se è necessario aspettare tutti i risultati delle analisi, indicate nel protocollo inviato nei giorni scorsi dal ministero della salute, per sapere se si tratti di Coronavirus o meno. Continua a leggere dopo la foto






Il protocollo, aggiungono dal policlinico, è stato rispettato in pieno e, per questo motivo, la donna – che presentava influenza, febbre e tosse ed era rientrata da un viaggio in Cina (focolaio del virus) – è stata ricoverata in isolamento. “In base agli esami microbiologici effettuati è stata individuata una positività per Micoplasma. Continua a leggere dopo la foto



 


Tale diagnosi è clinicamente compatibile con la sintomatologia presentata dalla paziente e non dissimile dalla malattia causata dal coronavirus. Si resta in attesa comunque degli ulteriori accertamenti in corso per la precisazione diagnostica definitiva”. Lo riferisce l’Azienda Policlinico di Bari.

Ti potrebbe anche interessare: “Fuori dalla scuola”. Amici, eliminazione a sorpresa per uno degli alunni più amati: una doccia fredda

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it