Ritiro immediato di un farmaco comune in tutta l’Italia. I motivi sono ignoti


Immediato ritiro di un farmaco in tutta l’Italia. Ad annunciarlo è il Consorzio Stabile per la Distribuzione (Codifi), il quale ha riferito che un lotto dello sciroppo mucolitico ‘Mucoaricodil’, prodotto da ‘Menarini’, non può più essere venduto e dunque è stato ritirato.

Il Codifi e l’azienda farmaceutica hanno fornito alcune informazioni sul farmaco, ma non sono stati svelati i motivi che hanno indotto al ritiro dello stesso. Il lotto incriminato è il numero 81001 con scadenza 2-2021 da 200 ml di ‘Mucoaricodil’ con autorizzazione Aic 033561046. La sua base è il principio attivo ‘Ambroxolo cloridrato’, appartiene alla categoria dei mucolitici ed è appunto commercializzato nel nostro Paese da ‘Menarini Industrie farmaceutiche riunite Srl’. (Continua dopo la foto)







Il prodotto è molto diffuso per contrastare le infezioni del sistema respiratorio. Si utilizza soprattutto per le patologie come bronchiectasie, broncopneumopatia cronica ostruttiva, faringite acuta, influenza, laringite acuta, laringite cronica, polmonite, raffreddore, rinite allergica e tosse. (Continua dopo la foto)

 






Tutti coloro che già posseggono lo sciroppo in casa sono invitati in maniera cautelativa a non farne uso o in caso di assunzione già avvenuta, di contattare l’azienda farmaceutica per eventuali consigli. La ‘Menarini’ è una delle case produttrici più famose a livello nazionale, infatti è celebre soprattutto per i seguenti prodotti: la pomata ‘Fastum Gel’, gli integratori ‘Sustenium’, le compresse ‘Vivin C’, il latte per neonati ‘Novalac’. (Continua dopo la foto)



Recentemente era invece stato disposto il ritiro di alcuni lotti di ‘Aciclin’, il farmaco indicato per il trattamento delle infezioni da herpes simplex della pelle e delle mucose. Il ritiro era dovuto a problemi di frantumazione delle compresse in fase di estrusione dal blister. I lotti in questione erano i numeri C04540 con scadenza 23 gennaio 2024, C04550 con scadenza 24 gennaio 2024, C04530 (scadenza 22 gennaio 2024) e C04000, scadenza 21 gennaio 2024.

“Vigliacchi!”. Storie italiane, panico in studio. Raffaella Fico esplode in diretta

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it