Arriva la nuova influenza e sarà micidiale: “Si prevedono 14 milioni di contagiati”. Ecco come sarà e come prevenirla


Non sarà come tutti gli altri anni, questa volta colpirà più duro. L’allarme arriva da chi di queste cose s’intende molto bene. È Maria Triassi del del Dipartimento di Sanità pubblica dell’Università Federico II di Napoli a raccontare ad adnkronos le caratteristiche della prossima ondata influenzale: “Anche se si prevede un numero inferiore di contagi rispetto allo scorso anno, è molto probabile che i virus saranno ben più ostici quanto a complicanze.  I rischi maggiori saranno legati alle nuove varianti di virus A, H3N2 e H1N1, ma non mancheranno i virus B/Colorado e B/Phuket. Un mix che metterà ko circa 6 milioni di italiani, ma saranno almeno altri 8 milioni quelli che dovranno fare conti con quelli che si definiscono virus simil-influenzali”.







Per difendersi è sempre un buona prassi rafforzare il sistema immunitario, ma vi sono anche vaccini che possono, soprattutto per gli individui più fragili, risultate efficaci nel prevenire il contagio: “Vaccinarsi – continua Maria Triassi – non è solo una buona norma di prevenzione ma è anche un dovere nei confronti della collettività”. Mai sottovalutare l’influenza non solo per la propria salute, ma anche per quella degli altri e, perché no, per evitare aggravi dei conti pubblici già così disastrati: “L’influenza è una notevole fonte di costi diretti e indiretti per la gestione dei casi e delle complicanze della malattia e l’attuazione delle misure di controllo.”




Ma anche i buoni vecchi rimedi della nonna possono essere un buon modo per tenere a bada il viruse. E quindi, conclude la Triassi, lavarsi accuratamente le mani con regolarità e dopo asciugarle ben bene, coprirsi la bocca quando si starnutisce o si tossisce, evitare per quanto possibile i contatti con le persone che presentano sintomi influenzali e non tocare bocca, occhi e naso, sono buone norme di igiene (e noi aggiungiamo di educazione) che è necessario rispettare. (fonte www.adnkronos.com)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it