“Lo facciamo ogni giorno, senza pensarci. Ma può essere pericolosissimo”. L’allarme che sta spaventando il mondo intero, un’abitudine che abbiamo tutti e che ora i medici sconsigliano


 

Esiste un nemico pericolosissimo del quale, per anni, abbiamo sempre ignorato l’identità. Si tratta delle bevande molto calde, di qualsiasi tipo siano, identificate oggi dopo anni di studio come una delle più probabili cause del cancro. Tisane bollenti, tè, caffè. Una lunga lista che ora spaventa il mondo della medicina.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

 

L’allarme che sta facendo il giro del mondo è stato lanciato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Secondo quanto diffuso dall’agenzia Onu per la salute, “bere bevande bollenti sembra essere una delle probabile cause del cancro all’esofago e pare che sia la temperatura, piuttosto che il tipo di bevanda, ad essere responsabile dell’insorgere del tumore”.

(Continua a leggere dopo la foto)


Il chiarimento è arrivato da Christopher Wild, direttore dell’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Airc) che ha spiegato: “bevande come il caffè non sono pericolose in sé. Il problema, piuttosto, è la temperatura alla quale vengono ingerite”. Ad analizzare gli studi sinora condotti sul tema è stato un gruppo di 23 esperti internazionali, fra cui alcuni italiani, convocati dalla Iarc.

(Continua a leggere dopo la foto)


 

Cambia, in base agli studi effettuati, anche la considerazione del caffè, che in una precedente monografia della stessa Iarc pubblicata nel 1991 era stato inserito nella lista dei possibili cancerogeni in base a degli studi epidemiologici sul cancro alla vescica. Si trattava però, come scritto all’epoca, di “evidenze limitate” di un aumento del rischio di questo tumore, escluso ora dalla nuova analisi.

“È pericoloso! Se lo avete in casa, non mangiatelo per nessuna ragione”. L’allarme dell’azienda sulle scatolette di tonno: “Ecco cosa c’è dentro”