Dormire con l’assorbente interno: lo fanno tantissime donne e forse lo fai anche tu. In poche, però, sanno che questa è una pessima abitudine. Cosa può accadere alla vagina (accidenti)


 

Di certo avrai sentito dire che tenere troppo a lungo un assorbente interno inserito in vagina non è il Massimo per la salute. Infatti tenere troppo tempo un assorbente provoca irritazioni fino alla cosa peggiore, la Sindrome da choc tossico, un’infezione batterica mortale che, però, fortunatamente, è piuttosto rara.

Approfondiamo dunque la questione assorbenti interni. Per quanto tempo si possono tenere? E soprattutto, come ci si deve comportare di notte? Risponde su Glamour la ginecologa Pari Ghodsi.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

La notte è bene dormire senza assorbenti interni così da permettere alla vagina di respirare o dormire con l’assorbente interno non provoca problemi? 

(Continua a leggere dopo la foto)


‘’Durante il ciclo, una donna può scegliere di dormire con il tipo di assorbente che preferisce. Naturalmente la scelta dipende anche dal tipo di flusso: se è molto abbondante un assorbente interno potrebbe non bastare per una notte intera’’ ha detto la ginecologa. 

Dipende anche da quanto durerà il sonno: per un semplice riposino pomeridiano, va benissimo dormire con l’assorbente interno. In linea generale meglio evitare di tenere un assorbente interno per più di 8 ore. Per dire, se nel week-end hai intenzione di dormire almeno 10 ore (per riprenderti dal ‘’colpo’’ della settimana) meglio optare per un assorbente esterno. 

(Continua a leggere dopo la foto)


Ma perché gli assorbenti interni non possono restare inseriti in vagina per più di 8 ore? ‘’Si rischiano infezioni’’ ha spiegato il medico. 

Quindi, se hai il ciclo, ricordati di togliere l’assorbente interno appena prima di mettere a letto. Fidati, tutta salute riguadagnata. 

Leggi anche: Hai mai messo un assorbente interno nello yogurt? Quando scoprirai cosa accade se lo fai, vorrai provare subito. Pazzesco!