Turista italiano muore avvelenato in Croazia: letale una cena a base di pesce


Notizia sconvolgente quella che arriva direttamente dalla Croazia: un turista italiano è morto questa mattina per avvelenamento da cibo. Ad essergli fatale una cena a base di frutti di mare: gravissimi anche i quattro membri della sua famiglia, di cui due bambini, in vacanza con lui. La notizia è stata diramata dalla stampa croata e sta facendo in queste ore il giro della rete. Per adesso le informazioni sono incomplete e parziali.

Quello che è certo è che l’uomo, di cinquantasette anni, ha perso la vita. Tutto si è sviluppato in mattinata: intorno alle ore 10.00 uno yacht, noleggiato, ha lanciato una richiesta di aiuto urgente al vicino porto di Hvar, sull’isola dalmata che porta lo stesso nome. La notizia era tremenda: un uomo era morto, le altre persone sulla barca erano gravissime con forti diarree, attacchi violenti di nausea, vomito e addirittura perdita di coscienza. Continua a leggere dopo la foto.



Immediatamente sono partiti i soccorsi con i bambini trasferiti in maniera istantanea al centro ospedaliero di Spalato, distante quasi 50 chilometri dall’isola e quindi raggiungibile solo in elicottero. Poco dopo sono state ricoverate anche le due persone adulte, presso il reparto di malattie infettive. Per il padre di famiglia nulla da fare. Stando a quanto si legge sulla stampa locale si tratterebbe di una famiglia italiana in vacanza in questi giorni proprio in Croazia, ma per ora non sono noti i loro dati anagrafici e le loro identità. Continua a leggere dopo la foto.


La dinamica sembra tristemente chiara: la famiglia ha consumato una cena a base di cozze, frutti di mare e altri molluschi in un famoso ristorante della zona. Durante la notte però hanno iniziato tutti quanti ad accusare forti dolori gastrointestinali. Ora la magistratura ha aperto un’inchiesta e sono in corso delle indagini sul ristorante. Un aggiornamento de Il Mattino invece riporta il nome della vittima: sarebbe Eugenio Vinci, di Sant’Agata di Militello in provincia di Messina. Continua a leggere dopo la foto.


Stando a quanto si legge su queste colonne, che a oro volta citano alcuni siti di informazione siciliani, insieme alla famiglia italiana pare che viaggiasse anche il sindaco della città. Presto si sapranno le dinamiche certe, con la speranza che la giustizia faccia il suo corso.

Punta da una zanzara: febbre, dolori muscolari. Muore 3 giorni dopo a 25 anni