Possibile rischio microbiologico, il Ministero della Salute ritira prodotto alimentare dal mercato


Possibile rischio microbiologico: prodotto alimentare subito ritirato dal mercato. La nuova allerta arriva dal sito del Ministero della Salute che, attraverso la sezione del proprio sito dedicata agli avvisi di sicurezza e ai richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori, ha pubblicato l’avviso di ritiro a scopo precauzionale per una possibile contaminazione microbiologica. Il prodotto alimentare in questione è un lotto di bocconcini di salame a marchio Azzocchi Roberto.

Come riporta anche il sito Il Fatto Alimentare, il prodotto interessato è venduto in confezioni sottovuoto da 200 grammi ciascuna, con il numero di lotto 26 LSS e la data di scadenza 12/11/2019. I bocconcini richiamati sono stati prodotti da Azzocchi Roberto Srl, nello stabilimento di via Vallericcia 18, ad Ariccia, nella città metropolitana di Roma (marchio di identificazione: CE IT 92506 LP). (Continua dopo la foto)







Si tratta di un ritiro precauzionale, dunque si raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto segnalato e di restituirlo al punto vendita d’acquisto. Quello dei bocconcini di salame a marchio Azzocchi Roberto non rappresenta il primo richiamo di questo tipo legato ad un insaccato o un prodotto alimentare. Un mese fa circa volta era stato disposto il richiamo di un lotto di salame venduto intero in pezzi da un chilogrammo ciascuno. (Continua dopo la foto)




Come riportato nel comunicato del Ministero della Salute, a essere interessato dall’avviso è stato il lotto numero 19041005 del salame venduto col marchio San Lorenzo e prodotto dalla ditta Santini S.r.l. nello stabilimento con sede in via Madre Teresa di Calcutta a Torre De’ Picenardi, in provincia di Cremona (marchio di identificazione IT P9Z6E CE). (Continua dopo la foto)


 


Come spiegato dal Ministero, la ragione del ritiro del salame San Lorenzo era da individuare nella possibile presenza di salmonella Spp nel lotto indicato. L’allerta è scattata a seguito di controlli a campione che avrebbe segnalato la presenza di salmonella. Dunque, per motivi precauzionali, è stato deciso il richiamo dell’intero lotto.

Arriva “Caesar”, il super autovelox: ecco dove verrà installato

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it