Febbre Dengue, allarme in Italia: fate attenzione a questi sintomi. Rischi altissimi


Due casi di Dengue a Bologna nel giro di pochi giorni. Dopo quello di mercoledì scorso, ieri sera è stato segnalato un nuovo episodio della malattia infettiva causata dalla puntura di zanzara tigre. Il Comune avvisa che da questa notte saranno attivate le misure di profilassi nella zona colpita che comprende le vie Dagnini, largo Lercaro, Gigli, Ruggi e Silvagni, nel quartiere Murri.

Per questo “si chiede a tutti i residenti, amministratori condominiali, operatori commerciali, gestori di attività produttive e in generale a tutti coloro che abbiano l’effettiva disponibilità di aree aperte o abitazioni in queste aree, di permettere l’accesso degli addetti alla disinfestazione”, scrive il comune. Inoltre, l’amministrazione chiede ai cittadini interessati dalla disinfestazione di chiudere le finestre di notte fino al 12 luglio, quando finiranno i lavori. Continua dopo la foto








La dengue è un’infezione virale trasmessa da zanzare, emergente in molte parti del mondo, che causa una malattia simil-influenzale e, raramente, una forma grave che può essere mortale. E’ diffusa nei paesi tropicali e subtropicali, soprattutto in aree urbane. La misura preventiva più efficace contro la dengue consiste nell’evitare di entrare in contatto con le zanzare vettore del virus. Continua dopo la foto






Diventano quindi prioritarie pratiche come l’uso di repellenti, vestiti adeguati e protettivi, zanzariere e tende. Dato che le zanzare sono più attive nelle prime ore del mattino, è particolarmente importante utilizzare le protezioni in questa parte della giornata. Per ridurre il rischio di epidemie di dengue, il mezzo più efficace è la lotta sistematica e continuativa alla zanzara che funge da vettore della malattia. Continua dopo la foto



 


Normalmente la dengue dà luogo a febbre nell’arco di 5-6 giorni dalla puntura di zanzara, con temperature anche molto elevate. La febbre è accompagnata da mal di testa acuti, dolori attorno e dietro agli occhi, forti dolori muscolari e alle articolazioni, nausea e vomito, irritazioni della pelle che possono apparire sulla maggior parte del corpo dopo 3-4 giorni dall’insorgenza della febbre. I sintomi tipici sono spesso assenti nei bambini. Non esiste un trattamento specifico per la dengue, e nella maggior parte dei casi le persone guariscono completamente in due settimane. Le cure di supporto alla guarigione consistono in riposo assoluto, uso di farmaci per abbassare la febbre e somministrazione di liquidi al malato per combattere la disidratazione. In qualche caso, stanchezza e depressione possono permanere anche per alcune settimane.

Ti potrebbe anche interessare: “Senza parole!”. Anche i Vigili contro Valeria Marini: multa salata e daspo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it