Fanno sparire i cattivi odori e restituiscono alla vagina una salute perfetta, è quello che si dice di loro. Ma, se non appartieni a questa categoria di donne, faresti meglio a non usarle


 

Si vedono sempre più spesso online e nei negozi e vengono raccontate come miracolose. Ma è proprio vero che le supposte vaginali di probiotici proteggono la vagina, la rendono più sana e migliorano l’equilibrio di tutto il corpo?  Gli esperti non ne sono molto convinti.

(Continua a leggere dopo la foto)







‘’La vagina ha un ph molto delicato e lavora faticosamente per mantenere il giusto equilibrio – ha spiegato a Glamour Nancy Herta dell’Università del Michigan – se una donna inizia a usare questo prodotto crea squilibri che cambiano l’ambiente vaginale e lo rendono adatto alla proliferazioni di batteri nocivi’’. 

Non è esattamente dello stesso avviso l’esperta di salute femminile Jennifer Wider: ‘’Queste supposte non fanno male alla vagina – ha detto – semplicemente ci sono donne che non ne hanno bisogno e altre che ne hanno bisogno’’. Parliamo per esempio di quelle donne che soffrono spesso di vaginosi batterica, una delle infezioni vaginali più comuni, o di quelle che hanno spesso a che fare con la candida. Per queste donne, le supposte di probiotici non sono una cattiva idea. ‘’Il fatto è che, nelle donne che non hanno problemi di questo tipo, queste supposte di probiotici non sono necessarie: la vagina svolge già il suo lavoro e sa proteggersi da sola’’, ha precisato. 

‘’Nella vagina c’è già una moltitudine di batteri che tiene la donna al riparo da infezioni’’, tanto per capirci. In pratica, se sei una donna che non soffre di candida o di infezioni vaginali, le supposte non sono assolutamente necessarie. 

Tra l’altro, come ha precisato la Herta, queste supposte agiscono in vari modi, ad esempio coprendo degli odori sgradevoli della vagina che, però, sono sintomi di qualcosa che non va: ‘’Usando le supposte si copre l’odore e una donna non si accorge che, nella sua vagina, qualcosa non va quindi non fa nulla per curare il suo problema’’. Capito? In questo modo i sintomi di qualcosa di più grave si camuffano e, in tutta probabilità, il problema peggiora.

E quindi? In conclusione, la cosa più importante che una donna possa fare è parlare con il suo ginecologo per essere certa di non fare nulla che possa minare la salute sua e, ovviamente, della sua vagina. 




 

Rimuovi la linguetta, incolli lo Shibue proprio ”lì” e il gioco è fatto. Non c’è star di Hollywood che non ne abbia uno e tu? Sei abbastanza coraggiosa da provare?

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it