Muore a 17 anni per aver assunto proprio quel farmaco comunemente usato da milioni di donne in tutto il mondo. La storia di Maria, promettente ballerina, è destinata a far discutere a lungo


Può la pillola anticoncezionale essere letale? Secondo alcuni medici inglesi non c’è dubbio e la storia di questa ragazza ne potrebbe essere la prova lampante. Maria Santa era una ragazza di 17 anni che aveva un unico scopo nella vita: quello di ballare. La giovane e promettente ballerina sarebbe stata uccisa, appunto, da un coagulo al cervello causato dalla pillola anticoncezionale. La 17enne romena che viveva a Manchester, era una promettente studentessa di una scuola di danza di fama internazionale presso la quale aveva vinto una borsa di studio da 12mila sterline. Secondo quanto riporta Metro, qualche giorno fa, aveva accusato forti mal di testa ed era stata costretta a curarsi a casa, fino a quando il suo fidanzato non l’ha trovata senza sensi sul pavimento. Maria è stata subito portata al Salford Royal Hospital, ma è deceduta due giorni dopo.

(continua dopo al foto)







La causa è stata un coagulo al cervello, dovuto proprio dalla pillola anticoncezionale che aveva assunto per la prima volta pochi giorni prima. “Faceva fatica a stare in piedi o seduta, ma è stata sempre mandata a casa dai medici”, ha raccontato il padre della 17enne, “Il dottore ci ha detto di non preoccuparci, che si trattava solo di stanchezza. Lei non parlava più, e aveva bisogno di aiuto per tutto. Più tardi, quella stessa mattina il ragazzo di Maria mi ha chiamato per dirmi che era in coma”. Sarebbe la prima morte dovuta a questo genere di farmaco in Inghilterra. La polemica sull’uso di questo anticoncezionale sta però via via crescendo. Eppure ogni giorno milioni di donne ne fanno uso senza avere il benché minimo problema. Una storia che farà certamente discutere ancora.

 

“La pillola anticoncezionale aumenta il rischio di tumore al cervello”: una ricerca spiega perché

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it