Caduta dei capelli, quando il problema è una malattia autoimmune


Ti cadono i capelli? La caduta dei capelli può essere causata da molti fattori. La caduta dei capelli può essere transitoria o cronica in base al problema che la scatena. In autunno e primavera, per esempio, si assiste a una fisiologica caduta dei capelli stagionale. Ma ci sono anche cause più serie che possono essere genetiche o dovute a malattie autoimmuni. Vediamo insieme quali sono le malattie autoimmuni che possono determinare la caduta dei capelli.
L’organismo viene protetto dalle aggressioni esterne dal sistema immunitario, un complicato sistema in cui giocano un ruolo importante il midollo osseo, la milza, il timo, i globuli bianchi e i linfonodi. Gli organi e le parti del corpo che sono parte del sistema immunitario riconoscono eventuali “aggressori”, li isolano e li combattono. Il meccanismo che vi abbiamo appena spiegato, però, non funziona se ci sono malattie autoimmuni. In questi casi il sistema immunitario non distingue le cellule sane e gli invasori e inizia ad attaccare se stesso causando i più svariati sintomi, tra cui la caduta dei capelli. Continua a leggere dopo la foto



L’alopecia areata è una della cause della caduta dei capelli. Si tratta di una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi interrompendo la crescita dei capelli e determinando la formazione di chiazze rotonde dovute, appunto, alla perdita dei capelli. Secondo l’American Academy Dermatology, l’alopecia areata colpisce il 2% della popolazione. Oltre alla perdita di capelli, l’alopecia areata può causare una perdita di altri tipi di peli, compresi ciglia, sopracciglia e peli del viso. Continua a leggere dopo la foto


Tra le cause della caduta dei capelli, c’è il Lupus, malattia autoimmune cronica, le cui cause sono legate alla genetica. Tuttavia, in coloro che sono predisposti al Lupus, giocano un ruolo esposizione al sole, infezione o cambiamenti ormonali. Il Lupus colpisce molti apparati e organi del nostro organismo e causa un vaso insieme di sintomi quali affaticamento, mal di testa, algia articolare, anemia, coagulazione del sangue anormale e perdita di capelli. Continua a leggere dopo la foto


 

Anche la tiroide di Hashimoto, detta tiroidite cronica linfatica, provoca perdita di capelli. Si tratta di una infiammazione della tiroide che progredisce lentamente, producendo pochi sintomi fino a che il livello degli ormoni tiroidei diminuisce significativamente. I sintomi iniziali della malattia comprendono affaticamento e lentezza. Altri possibili campanelli di allarme sono il diradamento di capelli, l’aumento della sensibilità della pelle del viso rispetto al freddo, il gonfiore, la voce rauca, un aumento di peso inspiegabile e dolori muscolari. Per stare tranquilli, quindi, in caso di perdita di capelli, meglio consultare il medico.

Il segreto dei capelli perfetti delle star è Olaplex