Mani gonfie al risveglio? Perché succede e quali sono i rimedi


La mattina ti svegli spesso con le mani gonfie e quella sensazione di gonfiore rimane per tutto il giorno? Il gonfiore delle estremità, e in particolare modo delle mani, può essere sintomo di alcune alterazioni fisiche comuni e che in genere non sono particolarmente gravi. Talvolta, però, il gonfiore è accompagnato da dolori quando si muovono le dita o, nei casi peggiori, anche quando si sta a riposo. Questo dolore rende difficile il movimento delle mani anche solo per prendere oggetti.

Ma cosa si deve fare? Per prima cosa bisogna escludere che il gonfiore alle mani sia dovuto a una patologia grave. È vero il gonfiore alle mani si riscontra in varie malattie (o deficit) quindi non è facile individuare la causa. Ci sono anche ragioni meno serie per cui si assiste alla comparsa del gonfiore alle mani, anche detto edema. L’edema, infatti, può anche essere provocato dalla ritenzione idrica e comparire se si segue una dieta troppo ricca di sale. Ma anche durante il ciclo o negli ultimi mesi di gravidanza. Continua a leggere dopo la foto




Ma le cause possono anche essere più serie: le mani possono gonfiarsi per un’infiammazione delle articolazioni, come nel caso dell’artrite e dell’artrite reumatica. In questo caso il gonfiore è accompagnato da rossore. Anche una cattiva circolazione sanguigna, la sindrome del tunnel carpale, una posizione scorretta durante il sonno o il lavoro, possono causare problemi di gonfiore alle mani. Tra le cause del gonfiore alle mani anche l’obesità, l’uso di antidepressivi, i farmaci per il controllo della pressione, gli steroidi e gli ormoni. Continua a leggere dopo la foto




Ma come si può intervenire per risolvere questo fastidiosissimo problema? Per prima cosa è bene prendere un appuntamento da un medico specializzato che possa fare una diagnosi accurata. Nei casi meno gravi, il dottore consiglierà di seguire alcune regole basilari: per esempio la riduzione dell’uso del sale, che provoca ritenzione e peggiora le cose. Oltre alla riduzione del sale è necessario bere molta acqua, almeno due litri al giorno. Sono invece da evitare tè e caffè mentre è consigliata una moderata attività fisica. Continua a leggere dopo la foto


 


Se il gonfiore non ti permette di muovere le mani, fai questo semplice esercizio: alza le braccia verso l’alto, apri e chiudi i pugni a intervalli regolari. In questo modo favorisci la circolazione sanguigna e dreni l’eccesso di liquido. Le creme sono utili? Se usate con costanza, possono favorire il drenaggio dei liquidi. Un rimedio casalingo che ti piacerà molto è il seguente: immergiti per 20 minuti in una vasca di acqua tiepida all’interno della quale avrai disciolto un chilo o due di sale grosso. Ripeti il procedimento due volte a settimana e otterrai dei risultati molto soddisfacenti.

La tua vagina è sempre secca (così come l’ano) con tante macchioline bianche? Devi curarti