Tumore alle ossa, quali sono i sintomi iniziali della malattia


Un tumore alle ossa è una malattia che può avere origine dalla trasformazione di qualunque cellula di cui è composto un osso. Le ossa, pur apparendo tessuti “morti”, sono costituite da cellule vive e attive che contribuiscono a mantenerne forma e forza. Le ossa sono una parte importantissima del nostro corpo: servono a sostenere i muscoli, come una sorta di impalcatura che regge un edificio. Non solo: la loro funzione è anche quella di proteggere organi vitali come il cervello, il cuore e i polmoni.

Il midollo osseo, poi, che contenuto nella parte più interna delle ossa, produce le cellule del sangue, mentre l’osso subcondrale, ammortizza e rende possibili i movimenti articolari. Quanto è diffuso il tumore alle ossa. Fortunatamente, non molto: in Italia si registra in media ogni anno poco più di 1 caso ogni 100.000 persone. A differenza del tumore primario, che ha origine nell’osso, le metastasi che derivano da altri tumori sono molto diffuse. Continua a leggere dopo la foto



Purtroppo i più colpiti dal tumore alle ossa sono i giovani che hanno in media 20 anni. Nei bambini e nei giovani adulti sono interessate soprattutto le ossa che hanno una crescita rapida, come le parti terminali delle ossa lunghe – femore, ossa del braccio -, ma non sono escluse altre zone come ginocchio, bacino, spalla e mandibola, che in genere colpiscono di più gli anziani. Chi è più a rischio di ammalarsi? L’osteosarcoma, che si manifesta soprattutto in bambini e adolescenti, potrebbe essere un fattore di rischio. Continua a leggere dopo la foto


Sono stati inoltre identificati fattori di rischio genetici come, la sindrome di Li-Fraumeni e la sindrome di Rothmund-Thompson. Ma quali sono i sintomi del tumore alle ossa? Il dolore e il gonfiore localizzati in un punto dello scheletro sono i segni più comuni del cancro dell’osso. I sintomi, ovviamente, variano in base alla localizzazione e alla dimensione del tumore. Il dolore, per esempio, inizialmente può essere intermittente e peggiorare di notte, durante lo sport e, in generale, durante il movimento. Continua a leggere dopo la foto


 

Però, con il tempo e la progressione della malattia, il dolore diventa costante. In certi casi il tumore può ostacolare i normali movimenti o indebolire la struttura dell’osso al punto da provocare fratture. In certi casi, poi, si presentano altri sintomi come l’affaticamento e la perdita di peso inspiegabile. La diagnosi? Se avete uno dei sintomi elencati sopra, parlate con il vostro medico che vedrà di farvi fare ulteriori esami. I principali trattamenti per il tumore dell’osso sono la chirurgia e la chemioterapia, spesso utilizzate in combinazione.

Sintomi Cheratosi attinica: i sintomi della malattia che può trasformarsi in tumore