Pericolo listeria, ritirata dal mercato coppa di maiale: l’avviso del Ministero della Salute


Altro insaccato ritirato dagli scaffali per rischio microbiologico dovuto a una possibile contaminazione da Listeria. Dopo il richiamo a scopo cautelativo del salame Ciauscolo di Visso, il Ministero della Salute ha infatti annunciato attraverso il proprio sito web il richiamo immediato di un altro alimento. Si tratta di un lotto di coppa di testa di maiale farcita prodotta a marchio “Gastronomia delle Marche” dalla ditta Antica Gastronomia S.r. l. nello stabilimento di Via Enrico Fermi a Mogliano, in provincia di Macerata (marchio di identificazione IT 1725L CE) in confezioni da 2,5 kg e 3,5 kg.

Si tratta di un unico lotto di produzione denominato H0610 con scadenza fissata 45 giorni dalla data di produzione. Il ritiro dai negozi è stato disposto in via “cautelativa” dalla stessa azienda produttrice a seguito dei alcuni test che hanno riscontrato presenza del batterio della Listeria in alcuni campioni. (Continua dopo la foto)




Nell’avviso pubblicato sul sito del Ministero della salute, si precisa che la presenza di Listeria monocytogenes è stata rilevata in quantità minima e solo nella coppa di testa con il numero di lotto segnalato, che è stato venduto nel periodo compreso tra il 12 e il 23 ottobre scorsi. Anche in questo caso si raccomanda ai consumatori che avessero già comprato il prodotto interessato dal richiamo a non mangiarlo e a riportarlo indietro dove sarà sostituito. (Continua dopo la foto)



Nella stessa giornata, come detto, il Ministero aveva richiamato anche un lotto di ciauscolo di Visso Igp a marchio Vissana Salumi per la presenza di Salmonella spp e Listeria monocytogenes. Il salume richiamato è distribuito in tranci confezionati sottovuoto da 300-350 grammi circa, con il numero di lotto 01/10/18 e la data di scadenza 02/03/2019. (continua dopo la foto)


 


Il ciauscolo interessato dal richiamo è stato prodotto da Vissana Salumi Srl di via Cesare Battisti 57 a Visso, in provincia di Macerata, con sede operativa in via Sandro Pertini 25, a Tolentino, sempre in provincia di Macerata (marchio di identificazione IT 1372L CE). In via cautelativa, il consiglio è sempre quello di non consumare il lotto segnalato e di restituire il prodotto al punto vendita dove è stato acquistato.

Dietro le quinte del potere Business.it

Listeria nel salmone affumicato, quattro persone morte per il batterio killer