Prende viagra per ‘spingere’ a letto ma la sua vita cambia per sempre. Finale atroce


 

Ogni tanto vi affidate al Viagra per non fare brutta figura in camera da letto? Beh, c’è qualcosa che dovete sapere assolutamente. Quel che è successo a un 31enne americano da sempre con problemi di erezione probabilmente vi farà passare la voglia di affidarmi alla pillolina magica blu. Il protagonista di questa assurda vicenda aveva comprato il Viagra su internet. Aveva scelto il viagra in formato liquido ma lo aveva bevuto direttamente dal flacone senza usare la pipetta dosatrice. Dopo aver assunto il farmaco aveva iniziato ad avere degli strani problemi. Quali? Aveva cominciato a vedere flash multicolori, a perdere il senso del contrasto e percepire gli oggetti come attraverso un velo rosso. Il giorno dopo l’assunzione del farmaco, i flash si erano interrotti ma rimaneva il “filtro” rosso. Così è andato all’ospedale Mont Sinai di New York che è specializzato in oftalmologia dove i medici, guidati Richard Rosen, hanno fatto la diagnosi. Continua a leggere dopo la foto







Ci sono voluti due giorni per arrivare alla verità, scioccante. Il dottor Rosen specialista dei problemi alla retina ha rilevato una tossicità retinica persistente, legata al dosaggio eccessivo del prodotto. Il Viagra. Poi, attraverso esami hi-tech, gli specialisti hanno individuato varie ferite microscopiche sui coni che sono responsabili della visone dei colori. Va bene ma ora gli passerà, penserete voi. E invece no. Continua a leggere dopo la foto




Perché il problema non si può risolvere. E questo ragazzo vedrà per sempre il mondo attraverso quel “filtro rosso”. Il danno è irreversibile e non guarirà mai. Non è agghiacciante? Oh, sì che lo è. Il caso è molto raro ed è stato pubblicato dalla rivista Retinal Cases. Il citrato di sildenafil del Viagra era già noto per provocare disturbi visivi non gravi e reversibili in 24 ore, come la sensibilità alla luce. Questo caso, però, è completamente diverso. Continua a leggere dopo la foto


 

Il problema, nel caso di questo ragazzo americano, è stato l’uso del Viagra ma anche l’assunzione in modalità diverse da quelle consigliate. Per non parlare del fatto che certi prodotti non andrebbero mai e poi mai acquistati in rete ma sempre in farmacia dove i farmaci sono controllati e hanno origine conosciuta. È passato un anno dal fattaccio ma il ragazzo è sempre nella medesima situazione.

“Viagra? Con Belen…”. La confessione del giornalista spiazza tutti. Ma come, una cosa così proprio da lui? E dire che sembrava sempre così preciso e attento all’etichetta

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it