Adolescenti e sesso nell’era degli smartphone? Basta allarmismi


Inviare e scambiare con altri adolescenti SMS erotici, se non addirittura pornografici, non e’ necessariamente un comportamento che rivela una personalità a rischio, ma potrebbe essere il comportamento normale degli adolescenti alle prese con ormoni e nuove tecnologie. Ne sono convinti alcuni ricercatori della University of Texas Medical Branch di Galveston, che hanno pubblicato i risultati delle loro ricerche sulla rivista Pediatrics. La pratica di inviare e ricevere messaggi con contenuto erotico esplicito e di scambiarsi foto e filmati attraverso gli smartphone e’ definita con un neologismo: sexting.







Fino ad oggi questa pratica era considerata tra i comportamenti a rischio da parte degli adolescenti. Ora questa ricerca, realizzata da Jeff Temple, sembra in qualche modo smentire le precedenti analisi. “Fino ad oggi gli studi compiuti su questo tipo di argomenti si limitavano a fotografare il comportamento dei ragazzi e delle ragazze in un momento fisso nel tempo. Noi abbiamo invece cercato di seguire l’evoluzione di questi ragazzi nel tempo e i loro comportamenti – ha spiegato il principale autore della ricerca – e abbiamo scoperto che non c’è nessun legame tra questa attività  e l’acquisizione, in futuro di comportamenti sessuali a rischio”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it