“È come fumare 20 sigarette”, la pratica quotidiana da evitare. Lo facciamo tutti i giorni senza pensarci minimamente, ma secondo uno studio recente fa malissimo: “A lungo termine è devastante per i polmoni”


 

Ci avete mai pensato? E se tutti i prodotti spray per le pulizie, che molti di noi usano quotidianamente, fossero molto nocivi per la nostra salute? Eh sì, perché secondo un nuovo studio, il danno sarebbe equiparabile a quello inferto da venti sigarette fumate al giorno. La ricerca, pubblicata sulla rivista “American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine” dell’American Thoracic Society, è stata condotta su un campione di seimila persone, seguite nell’arco di 20 anni.

Stando ai dati ottenuti, sarebbero in particolare le donne a soffrire delle conseguenze a lungo termine dell’utilizzo di questi prodotti. Come riporta l’HuffPost Italia, infatti: “Mentre gli effetti sull’asma sono, col passare del tempo, sempre più documentati, poco sappiamo di quelli a lungo termine”, ha spiegato la professoressa Cecilie Svanes, autrice dello studio e medico alla University of Bergen, in Norvegia. “Temiamo che gli spray usati per le pulizie possano causare un piccolo danno giorno dopo giorno, anno dopo anno, accelerando il declino del funzionamento dei polmoni che avviene naturalmente con l’età”. (Continua dopo la foto)



Le particelle infatti, andrebbero ad irritare la fragile membrana che protegge i polmoni, rimodellando del tutto le vie respiratorie. Secondo quanto osservato, sarebbero soprattutto le donne a soffrire i danni: in particolare, questi ultimi sono stati registrati in quantità maggiore in coloro che per lavoro svolgono quotidianamente pulizie. “Come se avessero fumato 20 sigarette al giorno in un arco di tempo lungo dai dieci ai vent’anni”: è questo il paragone che gli studiosi hanno fatto per dare una misura della portata delle conseguenze. (Continua dopo la foto)


Gli uomini non sembrano aver riportato gli stessi danni, ma – come ammettono i ricercatori – il campione maschile preso in esame non è stato lo stesso, a livello numerico, di quello delle donne. C’è quindi bisogno di un ulteriore approfondimento per capire se anche l’altro sesso subisca lo stesso effetto, se esposto quotidianamente ad inalazioni dei componenti chimici contenuti negli spray per le pulizie. (Continua dopo le foto)


“Questi risultati non ci stupiscono, in fondo – ha spiegato Øistein Svanes – pensate che state inalando delle particelle che sono pensate per pulire i pavimenti e non i vostri polmoni”. “Spesso poi – ha aggiunto – queste componenti chimiche sono inutili. Panni di microfibra e acqua bastano e sono molto più adeguati allo scopo che vogliamo raggiungere”. Sono anni che parliamo di questa possibilità, in effetti, già nel 2015 avevamo toccato l’argomento ma dalle ultime rivelazioni mediche, sembra proprio che quella che sembrava una semplice paura, si sia tramuta in terribile verità. Argomento da approfondire, senza dubbio.

Ti potrebbe anche interessare: Sporco (e fatica) addio: ecco come fare in casa la gomma magica. La super spugna per le pulizie domestiche (a soli 9 centesimi