Paura meningite in Italia: 32 casi in pochi mesi. E scatta l’allarme: “Se siete stati in questi luoghi correte dal medico”


 

Una bimba di 3 anni, residente in provincia di Pisa, è stata ricoverata ieri sera all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per un caso di meningite. Si trova in prognosi riservata ma secondo quanto hanno riferito i medici la bambina risponderebbe alle cure. Gli esami di tipizzazione hanno evidenziato che si tratta di un meningococco di tipo B. In relazione a questo caso, la Asl 5 di Pisa ha precisato che il servizio di igiene e sanità pubblica ha già messo “in atto tutte le misure sanitarie idonee per effettuare una corretta profilassi a tutti coloro che hanno avuto contatti con la bambina”. Si sa con certezza che la bambina era presente al cinema Isola Verde a Pisa, il 4 ottobre, allo spettacolo delle ore 16.15, alla proiezione del film “Inside Out” e che ha frequentato, il 6 ottobre, dalle ore 14.30/19.00, il McDonald’s Pisa Darsena. La Asl 5, in un comunicato, invita tutti coloro che potrebbero essere entrati in contatto con la bambina a presentarsi agli ambulatori della Asl 5 in Galleria Gerace a Pisa(di fronte all’Agenzia delle Entrate), oggi fino alle ore 18.00) e domani dalle ore 8.30 alle 18.00.

(continua dopo la foto)



Finora in Toscana sono stati registrati 32 casi di meningite in dieci mesi: 27 da meningococco C, 3 da meningococco B, 1 del ceppo W e uno non noto. Sette i decessi registrati: 6 per meningococco C e uno per meningococco B. Con quello della bimba del Pisano, 3 anni, ricoverata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, sono 4 i casi di meningite da meningococco B che si sono verificati in Toscana dall’inizio del 2015. Un numero comunque inferiore a quello degli anni passati. Questo l’andamento dei casi di meningite da meningococco B dal 2007 ad oggi: 2007: 11; 2008: 9; 2009: 8; 2010: 13; 2011: 7; 2012: 13; 2013: 9; 2014: 9. I casi complessivi di meningite nel 2015 salgono a 33: 27 da meningococco C, 4 da meningococco B; 1 del ceppo W e 1 non noto. La Regione Toscana, ricorda una nota, ha introdotto la gratuità della vaccinazione contro il meningococco B per i nati dal 2014, coinvolgendo i pediatri di famiglia non solo nelle attività di educazione sanitaria e promozione delle vaccinazioni, ma anche nella effettiva esecuzione delle vaccinazioni. La vaccinazione contro il meningococco B è tra quelle fortemente raccomandate.

 Caffeina news by AdnKronos

(www.adnkronos.com)

 

Ti potrebbe anche interessare: Bambino morto dopo le dimissioni, il padre: “Era meningite ma gli hanno dato la tachipirina…”