Pasta, biscotti e pizza, buoni ma… ecco i 6 modi in cui cambia il nostro corpo quando riduciamo i carboidrati. E la differenza si vede subito…


 

Sono tra gli alimenti più golosi e saporiti, ma le insidie che nascono sono moltissime (e non solo per la linea) Prendiamo le caramelle, i biscotti, le patatine: difficile resistere. Ma gli alimenti ricchi di carboidrati semplici (quelli, cioè, che contengono zuccheri semplici o zuccheri aggiunti durante la conservazione e la preparazione), sono ricchi di calorie e, inoltre, non apportano sostanze nutritive alla nostra dieta. Non ci fanno quindi sentire più sazi, anzi, possono anche aumentare il senso di fame. E, dopo una iniziale “botta di energia”, non offrono il carburante giusto.

 

(Continua dopo la foto)







Come riporta l’Huffington Post, il sito “Eat this, not that!” ha stilato una lista dei cambiamenti che subisce il corpo una volta che si limita l’assunzione di carboidrati. Riso bianco, pasta bianca, pane bianco, dessert e dolci, sciroppi artificiali, bibite gassate e caramelle: ecco sei cose che accadono quando decidiamo di metterli da parte.

(Continua dopo la foto)




1. Inizierai a bruciare grassi e lo farai subito: riducendo il consumo di carboidrati, si ridurranno anche le calorie assunte giornalmente. Infatti, quando il corpo è costretto a non attingere dai carboidrati, per produrre energia brucia il grasso immagazzinato. Il consiglio del sito è quello di fare un po’ di esercizio fisico al mattino, prima della colazione: il corpo brucerà così i grassi depositati invece di quelli contenuti nel cibo.

 

Per continuare clicca su Next

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it