Dopo il sesso, spesso hai un forte prurito. Potresti avere una particolare allergia di cui soffre 1 donna su 10. Non sottovalutarla: ecco cosa fare


 

Magari vi sembrerà stranissimo, ma molte donne soffrono di un’allergia veramente particolare e la cosa peggiore è che è anche molto difficile da diagnosticare perché normalmente viene associata ad altre condizioni cliniche: stiamo parlando dell’allergia allo sperma. A dare conferma di questo fatto è uno studio della Manchester Metropolitan University condotto dal professore Michael Carroll e intitolato “Testing for hypersensitivity to seminal fluid-free spermatozoa” nel quale lo specialista ci spiega nel dettaglio che cosa sia l’“ipersensibilità allo sperma umano”. Ma soprattutto il ricercatore illustra come si manifesta e come si può diagnosticare questo stranissimo tipo di allergia. Per quanto riguarda i sintomi, partiamo con il dire che l’allergia allo sperma riguarda, secondo i ricercatori, il 12% delle donne e si manifesta attraverso irritazione e prurito dalla vagina, minzione dolorosa, eczema atopico e, nel peggiore dei casi, shock anafilattico. Per la sintomatologia che presenta, questa condizione spesso non è associata all’allergia allo sperma. (continua a leggere dopo le foto)







Questo tipo di allergia infatti è ancora molto sottovalutata dai medici e spesso a fronte dei sintomi sopra elencati vengono invece diagnosticate ltre malattie sessualmente trasmissibili o comunque legate all’apparato genitale, ad esempio la candidosi o la cistite. Ma come è possibile che ci siano donne allergiche allo sperma? Per comprendere l’esatta provenienza dell’allergia, i ricercatori hanno testato sia lo sperma che gli spermatozoi e hanno scoperto che questi ultimi non sono coinvolti nelle reazioni allergiche. Responsabile dei sintomi sopra indicati potrebbe essere una glicoproteina contenuta proprio nello sperma. (continua a leggere dopo le foto)








 


Quindi se avevte tutti quei fastidi dopo aver fatto l’amore con il vostro partner, sappiate (prima di pensare male di lui), che potreste rientrare il quel 12% di donne allergiche allo sperma. Alle donne che notano differenze sintomatiche a seconda dell’utilizzo o meno del preservativo da parte del partner, i ricercatori consigliano di effettuare il prick test, quello allergologico cutaneo, così da poter diagnosticare l’eventuale “ipersensibilità allo sperma umano”. I fastidi riscontrati ad oggi non fanno pensare che il fluido seminale possa ridurre la fertilità della donna. Quanto alla cura, oltre al più semplice utilizzo del preservativo, i ricercatori consigliano l’applicazione di antistaminico. Le allergie sono già tanto fastidiose quando colpiscono il naso o l’intestino, di certo non sono piacevoli quando riguardano l’apparato genitale.

Ti potrebbe interessare anche: Terrificante. Ecco cosa succede alla vagina quando non si fa sesso da tanto tempo (è inclusa anche la masturbazione che è sesso a tutti gli effetti)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it