Ecco la nuova pratica che sta spopolando e che promette il miracolo. Ma attenzione, i medici avvertono: “Bisogna essere pazze”. La promessa di un sesso superlativo, però, è forte e, inevitabile, tutte corrono a comprarle. Preparatevi a rimanere di stucco


 

Ogni donna ci tiene molto a sentirsi giovane e pur di mantenere intatto il proprio corpo è disposta a grandi sacrifici. Ma in questo caso non si tratta di sessioni faticose in palestra, o di diete estenuanti. Queste, alla fine, sono cose che può fare chiunque, qualsiasi ‘principiante’ può cimentarsi. C’è una pratica inquietante, che sta facendo veramente preoccupare, a cui si sottopongono alcune sostenitrici del culto della ‘vagina sempre giovane’ che solo a sentirne parlare fa dirizzare i peli. A denunciare questa pratica scandalosa sono alcuni medici che hanno appunto lanciato l’allarme su un prodotto che si sta diffondendo in Malesia e che viene utilizzato dalle donne per ringiovanire e donare nuova elasticità alle pareti della propria vagina. Insomma se pensavate che Gwynneth Paltrow fosse una pioniera del genere con i suoi vari oggetti rinvigorenti, sbagliate: c’è chi è andato ben oltre. Il nuovo ‘strumento’ sarebbero le galle create dalle vespe su alcuni alberi, come le querce, e utilizzate per le presunte proprietà elastiche che migliorerebbero i tessuti dell’organo riproduttivo femminile. (continua dopo la foto)



Le querce offrono cibo e rifugio ad alcuni insetti, come le vespe, che le parassitano costruendoci sopra le galle e utilizzando queste ultime come ‘incubatrici’ per le loro larve. Sono proprio queste ultime ad essere utilizzate dalle donne malesi che le inseriscono tra le pareti uterine dopo averle fatte bollire, seguendo questo particolare trattamento di bellezza. Le galle sono anche in vendita su alcuni siti web. La ginecologa statunitense Jen Gunter ha diffuso una nota sul suo sito ufficiale nella quale avverte dei rischi che si corrono seguendo questi trattamenti. “Non mettete i nidi di vespa nelle vostre vagine”, scrive la dottoressa, spiegando che il prodotto porterà uno squilibrio nel pH naturale della vagina, alterando il clima dei batteri buoni e aumentando il rischio di trasmissione di Hiv. (continua dopo le foto)



 

La dottoressa prosegue spiegando quanto sia dannoso questo rimedio:  “La pericolosità di questa pratica può essere paragonata a quella di altre usanze ‘tradizionali’ che portano scompensi nel normale ambiente vaginale. Questo prodotto asciuga e stringe le pareti della vagina e procura effetti sessuali indesiderati. L’essiccazione della mucosa vaginale aumenta il rischio di abrasioni durante il sesso e distrugge lo strato mucoso protettivo. Oltre a causare dolore durante il sesso, rendendo la vagina più sensibile, può aumentare il rischio di trasmissione dell’Hiv”, spiega la dottoressa.

Ti potrebbe interessare anche: A vederlo così sembra poco più di un banale palloncino. Sembra un giocattolo, neanche troppo accattivante. E invece quello che avete di fronte è uno speciale accessorio che sta facendo impazzire le donne di tutto il mondo