”Va fatto sotto la doccia”, ci hanno sempre di toccarci il seno in questo modo per scoprire eventuali anomalie. Ma questa donna ha trovato il suo tumore in un modo completamente diverso


 

La prevenzione è fondamentale, lo sappiamo tutti. Tutte le donne, periodicamente, dovrebbe fare l’autopalpazione del seno per sentire se è tutto ok o se ci sono dei noduli ingrossati sospetti. Hayley Browning, 27 anni, ha sempre fatto l’autopalpazione: una volta al mese, sotto la doccia, toccava il suo seno per controllare. Lo stesso faceva davanti allo specchio. Ma, se qualche tempo fa ha scoperto di avere un tumore, è stato per via di quel controllo ‘’diverso’’. Ora la Browning vuole condividerlo con tutte le donne affinché abbiano uno strumento in più per la prevenzione. “Spero che questo trucchetto possa aiutare più donne possibile – ha scritto su Facebook – e possa loro salvare la vita. Qualche settimana fa mi è stato diagnosticato un tumore: avevo sentito qualcosa di molto strano mentre ero sdraiata e mi sono fatta controllare. La cosa particolare è che sentivo il nodulo solo quando ero sdraiata. Quando mi alzavo in piedi, il nodulo spariva completamente’’, ha spiegato. Ora la Browning vuole far sentire la sua testimonianza: in genere alle donne viene consigliato di palparsi sotto la doccia ma, se lei non si fosse palpata in un’altra posizione, non avrebbe mai scoperto di avere il cancro. Continua a leggere dopo la foto



O magari lo avrebbe scoperto quando ormai era troppo tardi. ‘’Neanche il chirurgo è stato in grado di sentire il ‘bozzo’ quando ero in piedi per questo suggerisco a tutte le donne di fare l’autopalpazione da in piedi e da sdraiate’’. Ora la donna si sta per sottoporre alla chemioterapia. Nel frattempo vuole che la sua esperienza possa essere utile ad altri: ‘’Voglio che il mio messaggio raggiunga più donne possibile”. Il suo post è stato condiviso da migliaia di persone. La storia di Hayley di certo dimostra che l’autoesame ha dei meriti. Ma l’American Cancer Society non approva completamente: secondo la società in questione l’autopalpazione, ma anche una visita effettuata da uno specialista, non sono fattori che diminuiscono la mortalità. In pratica bisognerebbe sempre fare la mammografia. Continua a leggere dopo la foto



 

Tuttavia è importante che una donna abbia confidenza con il proprio seno e che sappia riportare cambiamenti o ‘’stranezze’’ al proprio medico. Resta comunque la mammografia l’esame più importante e andrebbe fatta da sdraiate e da in piedi, così ha detto a Self  Priya Thomas, M.D., assistente professore all’Anderson Cancer Center. ‘’Non è strano che un tumore sia evidente solo quando si è sdraiati – ha aggiunto il dottor Kevin S. Hughes – dipende da una serie di fattori per esempio la grandezza del tumore o dove è posizionato”. Ma come si fa un auto esame corretto? Lo spiega il dottor Thomas: ‘’Metti una mano dietro la testa e usa il dito medio dell’altra mano per spingere in basso il seno. Inizia con movimenti circolari dal capezzolo verso l’esterno. Esercita una pressione ferma ma delicata così che si possano sentire eventuali anomalie. È anche importante tenere d’occhio eventuali perdite dal capezzolo, ispessimenti o cambiamenti della pelle”. E se trovi qualcosa? Non andare nel panico: non tutti i ‘’bozzi’’ sono tumori. Prendi un appuntamento con uno specialista e fai una mammografia. Fai analizzare il tessuto e poi fatti consigliare dal medico.

Leggi anche: “La pillola anticoncezionale aumenta il rischio di tumore al cervello”: una ricerca spiega perché