Li mangi ogni giorno e sbagli, i cibi più velenosi (che pensavi fossero sani)


 

Alcuni cibi, si sa, contengono veleno e possono diventare quindi pericolosi per il nostro organismo se assunti in quantità eccessive o consumati in una certa maniera. Il sito Agrodolce.it ha quindi stilato una classifica per aiutarci a capire e a fare attenzione a certe pietanze.

In prima posizione c’è il mercurio nel pesce. Pesci di grossa taglia, come tonno, spada, palombo, verdesca, luccio, smeriglio e squalo, nascondo tracce di metalli che superano il limite del milligrammo per ogni chilo previsto dalla legge. Nei pesci piccoli invece la presenza è molto marginale. (Continua a leggere dopo la foto)



Al mercurio nel pesce seguono i solfiti contenuti nei crostacei, frutta, vino. Sono additivi che servono per prevenire l’ossidazione e l’annerimento di cibi in modo da mantenerli invitanti. Ma attenzione, gli effetti dannosi sono diversi. Nel vino, in realtà, i solfiti sono presenti per natura ma spesso sono aggiunti artificialmente.

Al terzo posto figurano gli idrocarburi policiclici nei prodotti affumicati. Sono sostanze inquinanti dalle potenzialità cancerogene, derivanti da certe forme di combustione. Per affumicare prodotti come speck, salmone, wurstel e provola questi alimenti sono sottoposti a processi di disidratazione, essiccazione e soprattutto contatto con fumi senza fiamma, che penetrano gradualmente nell’alimento. Oltre alle sostanze aromatiche il cibo incorpora così anche quelle dannose, come il benzopirene e il benzoantracene. (Continua a leggere dopo la foto)


Polli, tacchini, maiali spesso sono imbottiti di ormoni e antibiotici. Lo scopo è prevenire le malattie e stimolare la crescita dell’animale. Per l’uomo però che consuma queste carni Il rischio per è quello di sviluppare una resistenza sempre maggiore agli antibiotici, sminuendo così i loro effetti di cura, oltre a ingerire sostanze dalle potenzialità cancerogene. A questo proposito va detto che l’Unione Europea ha elaborato norme che rendono illegali alcune sostanze, mentre per altre è ampiamente limitato il dosaggio. Attenzione quindi alle carni che provengono da altri mercati e alle frodi, meglio privilegiare gli allevamenti biologici.

Potrebbe anche interessarti: 6 cibi che fanno venire il cancro (e continui a mangiare ogni giorno)