Tumore alla pelle: ‘’Attenti all’abbronzatura’’, la campagna dopo la tragedia…


 

Una campagna per cambiare le leggi che regolano i lettini abbronzanti. Questa la proposta della famiglia di una ragazza del Massachussets, morta a causa di un melanoma probabilmente provocato dalla sua passione per l’abbronzatura. Alla giovane, il melanoma fu diagnosticato il melanoma subito nel 2005. Tre anni dopo Glenna è morta. Adesso, i suoi genitori vogliono che il mondo sappia i pericoli reali causati dalla troppa esposizione al sole, soprattutto per i più giovani che non vedono l’ora che arrivi l’estate per trascorrere giornate al sole.

(Continua a leggere dopo la foto)







La giovane, infatti, lavorava come bagnina a Cape Cod e passava ore sui lettini abbronzanti. “Qualunque cosa devo fare per combattere il cancro, lo farò”, il padre Bob ricorda le parole della figlia, che anni prima aveva notato nodulo delle dimensioni di una palla da golf all’inguine mentre lavorava in palestra. Il cancro però si era diffuso anche nel sistema linfatico, i medici hanno rimosso 13 linfonodi dal suo inguine. Meno di un anno dopo, le fu trovato un altro piccolo nodulo nell’addome, purtroppo il cancro era arrivato al quarto stadio. Colleen e Bob hanno lanciato il “Glenna Kohl Fund for Hope” per “far capire a tutti l’importanza della diagnosi precoce e della prevenzione del melanoma e sostenere coloro che combattono questa malattia mortale”.

Potrebbe anche interessarti: “Sto per morire, aiutate la mia famiglia”. L’appello del blogger malato di cancro commuove l’America

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it