Pillola dei 5 giorni dopo, l’Italia ha scelto: niente ricetta tranne che per le minorenni


 

Niente ricetta per la pillola dei cinque giorni dopo, tranne che per le minorenni. Le altre potranno ottenere il farmaco orale che impedisce l’inizio della gravidanza dopo un rapporto a rischio semplicemente richiedendolo in farmacia (a loro totale carico). Lo ha deciso la commissione tecnico scientifica dell’Aifa che ha approvato, per l’Italia, una disposizione che si discosta parzialmente dalle indicazioni dell’Agenzia europea del farmaco, che aveva autorizzato tutte le donne a comprare il farmaco direttamente, senza necessità di prescrizione.

Scompare l’obbligo di eseguire il test di gravidanza. Una scelta innovativa, che va contro la decisione restrittiva adottata dal Consiglio superiore della sanità due settimane fa. “Il farmaco non ha grandi problematiche – ha detto il direttore dell’Aifa, Luca Pani – ma sull’uso ripetuto e incontrollato non ci sono dati sufficienti per garantirne la sicurezza. Per tutelare le più giovani e visto che in Italia esiste la possibilità di prescrivere la pillola in ogni momento in ospedali e consultori, è stato deciso di lasciare il limite”. A parere di Pani, quella dell’Aifa è “una decisione ancora più moderna di quella dell’Ema”.

Ti potrebbe interessare anche: Aborto mascherato o diritto? L’Europa apre alla pillola senza ricetta ma in Italia…








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it