Angelina Jolie estrema: dopo il seno, rimosse ovaie e tube. “Vi spiego perché”


 

Rivelazione choc in un editoriale scritto per il New York Times: l’attrice americana Angelina Jolie si è fatta rimuovere le ovaie e le tube di falloppio per prevenire la possibile formazione di un tumore. L’attrice, 39 anni, ha deciso di intervenire come aveva già fatto per il seno: nel 2013 si era sottoposta ad una doppia mastectomia. Il motivo? Un test genetico aveva dimostrato che aveva il 50% di possibilità di sviluppare un cancro alle ovaie. Una decisione che, come quella di due anni fa, è destinata a dividere l’opinione pubblica.

“Quando mi ha chiamato il medico, ho attraversato quello che migliaia di altre donne devono avere sentito. Mi sono detta di stare calma, di essere forte, che non avevo motivo di pensare che non sarei arrivata a vedere i miei figli crescere, a incontrare i miei nipoti», racconta al quotidiano. L’ha fatto per scongiurare il rischio di quel tumore che le ha portato via la madre, la nonna, la zia e in lei, visti i risultati di alcune analisi, sarebbe stato molto probabile.

L’editoriale lo definisce un “diario di un intervento chirurgico”: “Un semplice esame del sangue ha rivelato che ho una mutazione del gene BRCA1: la stima di rischio, in questi casi, è dell’87 per cento per il cancro al seno e del 50 per cento per il cancro ovarico. Non è stato facile prendere questa decisione ma bisogna affrontare ogni problema di salute a testa alta”, scrive. L’attrice, 39 anni, madre di sei figli, non potrà più averne, e sarà sottoposta a cure ormonali: “Si tratta di un’operazione meno complessa della mastectomia, ma i suoi effetti sono più gravi. Si mette una donna in menopausa forzata”.

Ti potrebbe interessare anche: Angelina Jolie da Papa Francesco, il suo ultimo film “Unbroken” proiettato in Vaticano