Allarme per cozze nei supermercati contaminate dall’epatite A. Ecco quali sono e che fare


Il ministero della Salute ha segnalato confezioni di cozze contaminate e vendute nei supermercati. Quello diffuso è un allarme importante perché si sta parlando di un prodotto che contiene il virus dell’epatite A e il Norovirus. In realtà i virus sono stati trovati su campioni di mitili provenienti dall’allevamento situato tra Punta Cento Camerelle e Punta del Poggio che fa riferimento a Mitilimontese Soc. Coop Mitilicoltura che alleva cozze e le invia all’Irsvem per la depurazione prevista. Per riconoscerle: Prodotto mitili in retine, produttore IRSVEM, numero di riconoscimento CE IT 2 CDM sito a Bacoli (Napoli). Come bisogna comportarsi se le cozze sono state acquistate? Ovviamente è possibile recarsi presso il punto vendita, ma in caso di consumo potrebbero non aver provocato problemi di salute se cotte molto a lungo. L’epatite A si manifesta con stanchezza, febbre e nausea, mentre il Norovirus si trova soprattutto nei molluschi e può causare nausea, vomito e dolori addominali.

Ti piace il tonno in scatola? Tieni d’occhio la lista delle marche peggiori







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it