Non è più lui! I 5 problemi al “walter” che si verificano a ridosso dei 40 anni


Anche “lui” soffre col passare del tempo. E a partire dai 40 anni, non è più come prima, cominciano a spuntare differenze, spesso perepite come difetti. Ecco quali sono i principali cambiamenti che si possono riscontrare.

Il colore

Col passare del tempo il pene appare di colore più chiaro. Il cambiamento di colore è dovuto all’aterosclerosi, un problema comune dell’invecchiamento, che limita l’afflusso di sangue. Come meno sangue nella zona, si nota un cambiamento nel colore. Non è niente di preoccupante, specialmente se ti sottoponi regolarmente a dei controlli che mostrano che tutto il resto vada per il verso giusto. E’ soltanto un processo che interessa la tonalità della pelle.

La dimensione

Gli esperti spiegano che con il tempo anche le dimensioni del pene possono ridursi, almeno di un centimetro o di un centimetro e mezzo. Questo si verifica a causa della diminuzione del flusso di sangue e del testosterone. Inoltre fanno notare che, se un uomo ha un ventre piuttosto voluminoso, il pene può apparire più piccolo, senza esserlo effettivamente. Un motivo in più per tenersi in forma.

(continua dopo la foto)








La sensibilità

Il testosterone rappresenta anche un elemento importante per la sensibilità connessa al tessuto nervoso. Quando i livelli si iniziano ad abbassare, si può manifestare anche una diminuzione della sensibilità e quindi è più difficile raggiungere l’orgasmo.

La funzione urinaria

Con l’andare del tempo si può manifestare una diminuzione della funzione urinaria. E’ un problema che ha a che fare con le malattie che riguardano la prostata. Si possono effettuare delle azioni di prevenzione, evitando il sovrappeso, passando un po’ di tempo in piedi, facendo un esercizio fisico moderato e limitando il consumo di alcool.

La disfunzione erettile

Ecco, questo è il più preoccupante. E’ stato calcolato che la disfunzione erettile colpisce molti uomini. Il problema è il risultato di una serie di fattori. Si può trattare di cause biologiche, dell’uso di alcuni farmaci oppure le cause del disturbo possono essere rintracciate nell’ansia, nella depressione e nello stress. Tante volte il problema sta proprio nel rapporto, che può essere caratterizzato da una mancanza di fiducia di intimità o da un conflitto emotivo tra i partner.

Uomo, prenditi cura del tuo “migliore amico”: come migliorare la virilità con metodi naturali

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it