Morire per un influenza a 39 anni. “Tutta colpa di quel vaccino…”


Aveva 39 anni, Severine Pasa. All’età di tre mesi le avevano somministrato un vaccino contro la poliomielite che l’aveva resa disabile. Lunedì è morta all’ospedale di Feltre. La conoscevano tutti ad Arten di Fonzaso, la vedevano in giro sulla sua carrozzella. Lei, era nell’Ile de France, il 5 giugno 1975, e protagonista di una storia triste. Il papà Guido e mamma Claudia emigrarono in Francia all’inizio degli anni ’70 e a Soisy sous Montmorency nacquero le due figlie Severine e Sandrine. “I guai iniziarono col part, Severine nacque col cesareo – racconta la zia – poi i medici insistettero col vaccino della poliomielite e la rovinarono. La famiglia tornò ad Arten e Severine finì su una carrozzella. Non andò mai a scuola se non per avere compagnia. Due anni fa papà Guido fu colpito da un ictus e smise di fare il camionista. Mamma Claudia con la lavasecco non poteva fare tutto. La sorella Sandrine gestisce un negozio qui insieme al marito Claudio ed hanno tre figli”. Severine ha passatogli ultimi due anni della sua vita in una casa di riposo Sant’Antonio a Fonzaso. Purtroppo è stata colpita da un’influenza e poi dalla broncopolmonite, ricoverata per questo motivo all’ospedale di Feltre, e alla fine non ce l’ha fatta. “Severine era stata sempre trattata da tutti come una regina – raccontano i parenti – dal medico di base Anita Fantinel, a quelli dell’ospedale, ai paesani che l’hanno amata. I medici francesi no, quelli l’hanno rovinata”.



Ti potrebbe interessare anche: “Quel vaccino ha causato l’autismo”: al bambino andrà un vitalizio