Cosa cucino alla vigilia? Nessun problema: ecco le idee facili e golose per trascorrere un Natale con i fiocchi


 

Devi decidere il menu delle vigilia di Natale? Le ricette per il cenone tradizionale del 24 di dicembre di solito sono a base di pesce: anguilla, baccalà, capitone e poi salmone, crostacei, gamberi e gamberoni, gratin, pesci al forno. Gli ingredienti sono questi ma le lavorazioni sono svariate, c’è chi non può non mettere a tavola il fritto, c’è chi osa i finger food, chi esalta la tradizione e chi invece ama sperimentare. La serata potrebbe iniziare con un aperitivo di benvenuto a base di prosecco, cornetti salati al salmone e torta salata con porri e capesante, che potete preparare anche prima e servire tiepidi. Una volta fatti accomodare gli ospiti a tavola, poi, potete dare inizio alla cena vera e propria con un antipasto a base di capesante all’arancia e ostriche gratinate. Entrambi gli antipasti possono essere preparati prima e scaldati nel forno poco prima di essere serviti in tavola. (Continua a leggere dopo la foto)



 

I ravioli sono un piatto tipico per Natale in molte parti d’Italia, per la vigilia vi suggeriamo di farli a base di pesce. Come per i ravioli di carne ci sono tantissime ricette, e tra le più gustose vi proponiamo i ravioli di pesce e verdura, i raffinatissimi ravioli di pesce bianchi e neri e i ravioli di stoccafisso, più economici. Oppure se volete un piatto che potete preparare in anticipo e terminare di cuocere in forno al momento, vi proponiamo il pasticcio di pasta e pesce, una complessa costruzione di lasagne, pesci e frutti di mare e salsa vellutata di pesce cotto al forno. Un piatto di taglierini all’astice o di spaghettoni alle vongole risottati infine sono le ricette per chi non può rinunciare alla pasta lunga.

(Continua a leggere dopo la foto)

 



Un bel pesce cucinato intero è l’idea giusta per il secondo piatto per la cena di Natale, per esempio un dentice agli agrumi oppure un semplice pesce al sale; altrimenti va benissimo anche un pesce lesso (usando la pesciera per non rovinarlo) da servire freddo con maionese classica o maionese all’arancia. Se poi preferite i crostacei potete optare per i gamberoni al sale, semplici da fare ma di grande effetto.

Nel caso vogliate qualcosa di originale potreste considerare questo piatto provenzale tipico della Vigilia: il grande aioli. Attenzione, in questo caso “aioli” non è semplicemente la nota salsa a base di uova, olio ed aglio, ma una ricca combinazione di baccalà lessato, verdure di tanti tipi lessate, più diversi tipi di frutti di mare, da servire accompagnata dalla salsa aioli. Per dolce potete optare per i classici pandoro e panettone. Magari da guarnire con crema pasticcera o al cioccolato.

Consistenza morbida (che si scioglie in bocca), mai sentito parlare della ”torta tenerina”? È un dolce tipico del nord Italia: cioccolato, farina, uova, burro e il gioco è fatto. Una vera delizia per il palato dei più golosi