“E questa la chiamate creatività?”, bufera sul panettone più famoso d’Italia. Lo spot natalizio è troppo irriverente e succede il finimondo. “È solo ironia”, commenta qualcuno, ma la polemica non si placa


 

“Per il nostro panettone avremmo potuto usare tofu tritato, papaya, seitan e alga essiccata…e invece no!”. Sono bastate queste parole, pronunciate nel nuovo spot natalizio del panettone Motta, a scatenare l’indignazione di centinaia di vegani. Nella pubblicità del celebre panettone milanese vengono presi di mira infatti alcuni degli ingredienti usati per l’alimentazione vegana, posti in contrapposizione con la “ricetta originale” del dolce natalizio, basata invece su prodotti di origine animale come uova e latte. Sui social sono così esplose le reazioni contrariate di centinaia di utenti, rigorosamente vegani, per esser stati, ancora una volta, oggetto di derisione. “Complimenti al #PanettoneMotta e al creativo dell’agenzia @Saatchi_Italy 17mil.per uno spot il cui messaggio è prendere in giro i #vegani”, ha commentato sarcastico un utente, facendo riferimento ai soldi spesi per realizzare lo spot; “E quelli della pubblicità del #panettoneMotta sarebbero ‘creativi’? Ridefiniamo il concetto”, ha scritto ironico un altro. (Continua dopo la foto)



E c’è chi, infine, ha voluto condividere un’opinione che non lascia spazio alle repliche: “Cara #Motta, la tradizione poteva essere rispettata anche senza offendere chi fa scelte sane e #crueltyfree“. “Quindi continuerà a fare schifo come sempre. Buono a sapersi. Ps: il seitan non si usa per i dolci. Patetici e pure ignoranti”, scrive un utente su Youtube. 

(Continua dopo i video)

Il video originale

La parodia

 

Insomma, non è andato giù a nessun vegano (lo spot, sia chiaro) e mentre continuano le lamentele alimentate dalla notizia comparsa su tutti i giornali, c’è chi decidere di usare le stesse armi per combattere a colpi di battute questo spot. La risposta non si è infatti fatta attendere: la pagina Facebook Vegan Chronicles ha parodiato lo spot, cambiando semplicemente la voce fuori campo: “Ecco come è fatto il panettone Bauli” e giù con l’ironia. Se solo la vita si prendesse meno sul serio…

Ti potrebbe anche interessare: È il re indiscusso dei dolci natalizi. Il panettone è pronto a invadere le tavole degli italiani. Ecco la lista dei più buoni. Resterete a bocca aperta