”Non le mangiate”. Conad ritira un prodotto da tutti i supermercati di Italia e avvisa i consumatori: ”Riportatelo indietro”


 

Voglia pazza di spaghetti con le vongole? Beh, fatevela passare. O comunque non fate il sugo con quelle della Conad che ha ordinato il ritiro dai suoi supermercati di tutt’Italia di un lotto di vongole veraci per la presunta presenza di Escherichia Coli oltre i limiti di legge. A dare la comunicazione l’azienda stessa che si scusa con i consumatori per il disagio. Ma soprattutto per via dei danni alla salute che può provocare il batterio in questione. Di che problemi parliamo? Di quelli all’apparato digerente che possono essere gravi o gravissimi. Le vongole incriminate sono quelle nelle confezioni a rete: si tratta di vongole veraci (Tapes semidecussatus o Tapes philippinarum, una specie alloctona di origine asiatica) allevate in Italia e  prodotte da  Ittica San Giorgio s.r.l.. 

(Continua a leggere dopo la foto)

 







Più nello specifico, il lotto che è stato ritirato è quello da 3 o 5 chili con la sigla  14G1. Come si può identificare? Basta leggere le date di confezionamento che vanno dal  17 al 19  ottobre scorso. Il  codice Ean è  2196850. La ditta produttrice ha sede in provincia di Ferrara, a Goro, proprio nello stesso paese dove, in questi giorni, è avvenuto il respingimento delle donne migranti. Quella zona, infatti, cioè quella del delta del Po, è una delle più fertili in Italia per la molluschicoltura. 

 

(Continua a leggere dopo la foto)

 




Come comportarsi in caso si siano acquistate quelle vongole. Non mangiare le vongole per nessuna la ragione, anzi, riportarle al supermercato. “Al fine di scongiurare qualsiasi possibile rischio per la salute – questa la raccomandazione della Conad – i clienti che fossero in possesso di confezioni appartenenti al medesimo lotto sono invitati a riportarle in qualsiasi punto di vendita Conad, che provvederà alla  sostituzione con altro prodotto o al rimborso”.

Leggi anche: “Attenzione: i vostri bambini sono in pericolo”. L’allarme lanciato da Ikea dopo i tanti incidenti con protagonisti i più piccoli: il prodotto incriminato già ritirato dagli scaffali

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it