Pensi di avere tutto il necessario ma poi, quando apri frigo e dispensa, ti rendi conto che il cibo avariato. Succede anche a te? Ecco dove sbagli e tutti i rimedi per conservarlo. Da seguire alla lettera


 

A chi non è mai successo di tornare a casa pensando di avere tutto il necessario per preparare la cena per poi accorgersi che il cibo nella dispensa era avariato? Nella fretta di sistemare la cucina spesso non prestiamo attenzione a dove e come sistemiamo gli alimenti, accelerando così il loro processo di decomposizione. Un errore molto comune, ad esempio, è quello di riporre qualsiasi genere alimentare in frigorifero pensando che le alte temperature siano sufficienti per conservarlo. Al contrario, quando non si può consumare il cibo in breve tempo, è necessario adottare una serie di escamotages per rimandarne la scadenza. Ecco il vademecum proposto dal ‘Daily Mail’, una serie di ‘rimedi della nonna’ da adottare per mantenere al meglio e più a lungo possibile alcuni alimenti.

(Continua a leggere dopo la foto)








Senza dubbio le cipolle sono tra i prodotti più usati in cucina ma anche tra quelli più difficili da conservare. Per non rinunciare al soffritto il segreto è quello di riporre le cipolle in un sacchetto di carta, tenuto rigorosamente fuori dal frigo. Per porre fine all’eterno dilemma sulle uova, ovvero se sia preferibile tenerle in frigo o a temperatura ambiente, il ‘Daily Mail’ propone una soluzione alquanto innovativa: congelare il tuorlo o l’albume, a secondo delle esigenze e delle ricette. Per quanto riguarda le patate, il trucco per conservarle nel tempo è mischiarle alle mele, in quanto la loro vicinanza permette di ritardare la comparsa dei germogli. Al contrario, per evitare che le banane maturino troppo in fretta devono essere tenute lontano dagli altri alimenti e conservate in luogo fresco e asciutto.

(Continua a leggere dopo la foto)

 





E ancora, avvolgere la carote sbucciate nella carta stagnola permette di mantenerle per almeno due settimane mentre riporre il formaggio appena iniziato in un sacchetto di plastica a chiusura ermetica consente di conservarlo al meglio. Per mantenere gli asparagi più a lungo possibile invece, bisogna sistemarli in un vaso pieno d’acqua, come fossero un mazzo di fiori. Per quanto riguarda le erbe aromatiche fresche invece, dal momento che tendono a deteriorarsi in poco tempo sia in frigo che a temperatura ambiente, è preferibile utilizzarle il prima possibile o provare a congelarle. Infine, il miglior rimedio della nonna per conservare la lattuga è quello di disporne le foglie in un barattolo di plastica.

Caffeina News by AdnKronos

www.adnkronos.com

Avete l’abitudine di congelare il cibo? Beh non sempre è possibile. Ecco quali sono le pietanze che non vanno assolutamente messe nel freezer…

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it