Anche voi avete ricevuto questa mail? Sul web corrono tantissime segnalazioni allarmanti. Ecco il messaggio che fa tremare e cosa fare


 

Si sta diffondendo negli ultimi giorni una nuova frode che viaggia sul web che punta a ottenere informazioni private relative alla situazione contabile dei destinatari con la scusa di sanare un eventuale evasione fiscale. A darne notizia il Comando generale della Guardia di finanza.
(Continua a leggere dopo la foto)








Le fiamme gialle descrivono nel dettaglio le informazioni relative a questa “bufala” informatica, mettendo in guardia:

“Attraverso una e-mail, inviata dall’indirizzo di posta elettronica gdf.gov.it@minister.com, che apparentemente risulta riconducibile alla Guardia di Finanza, ignari cittadini vengono invitati, a fronte di una presunta ‘evasione fiscale’, ad inviare documentazione contabile e fiscale entro 48 ore dalla ricezione della medesima e-mail”.
In caso di ricezione del messaggio, la Guardia di Finanza invita a cancellare immediatamente l’email, e di non inviare in alcun modo quanto richiesto. Nel caso sia stata inviata la documentazione richiesta, va segnalato il fatto al più vicino Reparto della Guardia di Finanza o al numero di pubblica utilità 117.
Spiegano dal Comando generale della Guardia di finanza:

“È opportuno precisare che l’indirizzo di posta elettronica gdf.gov.it@minister.com non è assolutamente un indirizzo istituzionale della Guardia di finanza. Si tratta di una vera e propria truffa perpetrata attraverso il cosiddetto fenomeno “email spoofing” che consente l’invio di e-mail con l’indirizzo del mittente falsificato. La Guardia di Finanza  è assolutamente estranea all’invio di queste e-mail e comunica con i cittadini esclusivamente con posta elettronica certificata”.

(Continua a leggere dopo la foto)




Infine, la Finanza ha diffuso un facsimile della mail truffa e un piccolo vademecum la procedura da seguire in caso di ricezione della mail, consultabile sul sito http://www.gdf.gov.it.

 

Bancomat, scatta l’allarme in tutta Italia: è l’ultima truffa ideata. Succede tutto mentre state prelevando. Ecco di cosa si tratta e come fare per difendersi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it