Come si fanno le patatine fritte perfette? Non molli, non umide, croccanti al punto giusto: ecco il segreto


 

Infinite sono le possibilità di impiego delle patate, sicuramente quello più goloso è la frittura. E non importa se sono anni che i medici ci dicono che qwuesto tipo di cottura non fa bene al nostro organismo, nel momento in cui addentiamo le patatine fritte il nostro animo sorride. La chiave per una perfetta frittura stile fast food sta nella preparazione anticipata e ovviamente, nel tipo di olio utilizzato. Le patate vanno messe a bagno per almeno due ore, prima della cottura, in questo modo rilasciano l’amido in eccesso e assicurano la croccantezza.

(Continua a leggere dopo la foto)



Se avete la padella piccola fatene di meno oppure friggetele in due volte. Non ammassarle tutte insieme perchè il risultato sarà terribile: ante patate in poco spazio impiegano più tempo a cuocere, non assorbono l’olio nel modo corretto e sono più impegnative da seguire. Fate cuocere le patate per 5-7 minuti, non di più, mettetele in un piatto con la carta assorbente e poi fatele cuocere per altri 2 minuti a fuoco più alto (190°-200°). In questo modo, grazie alla doppia cottura, le vostrepatatine fritte resteranno croccanti fuori e morbide dentro.

A cena? Una bella frittata di patate con cipolle e rosmarino. Divina e sbrigativa… Ecco come farla ad arte.