Quante volte abbiamo sognato di fare colazione in piedi, strette nel nostro tubino nero di Givenchy davanti alla vetrina di Tiffany? Adesso si può fare davvero. Il sogno di milioni di donne diventa realtà, apre il ”Blue Box Café”: ecco dove (e le foto)


 

Quante volte abbiamo sognato di fare colazione in piedi, strette nel nostro tubino nero di Givenchy, nascoste da un paio di occhiali da sole, davanti alla vetrina di Tiffany ? Ora a New York potete farla davvero, da seduti, e magari fermarvi anche per pranzo. Proprio come Audrey Hepburn, alias Holly Golightly, la ”Colazione da Tiffany” diventa realtà. Il mitico gioielliere newyorchese, vicino di casa della Trump Tower, ha aperto il primo ristorante all’interno della flagship su Fifth Avenue. Si chiama Blue Box Café, bisogna salire al quarto piano, e almeno secondo ”Vanity Fair” che ne ha provato in anteprima l’ebbrezza, sembra di far colazione all’interno di una delle celebri scatole azzurre in cui vengono impacchettati i preziosi prodotti del marchio. Azzurro Tiffany è infatti il leitmotiv degli arredi e delle stoviglie, mentre il menu è semplice e stagionale con ”classici americani” reinventati per diventare ”unicamente Tiffany”. ”Sia la caffetteria che la riprogettazione del piano Home & Accessories riflettono un’esperienza di lusso moderna”, ha dichiarato Reed Krakoff, direttore artistico di Tiffany & Co., ”Lo spazio è sperimentale ed esperienziale – una finestra sul nuovo Tiffany”. (Continua a leggere dopo la foto)







Sembra un sogno ma è realtà, e anche il menù propone caffè e croissant come nel film di Blake Edwards del 1961. Ma questa volta Audrey – e tutte noi – abbiamo un’ulteriore varietà di proposte: per esempio avocado toast con uova strapazzate, oppure bagel al salmone e formaggio fresco (prezzo: dai $29). Un Tiffany’s up to date, che sorge al quarto piano del flagship store di Tiffany & Co. Newyorkese. Il Blue Box Café però non è solo un café di lusso, ma uno spazio espositivo rinnovato: si possono infatti anche acquistare gli accessori di Reed Krakoff, alla direzione creativa del brand dallo scorso gennaio. (Continua a leggere dopo le foto)





 

Tutto l’arredamento, compreso il tavolino da ping-pong in legno di noce e le tazze di porcellana sono opera sua. In questi giorni, proprio all’insegna di questo concetto, Tiffany ha lanciato un nuovo catalogo che reinventa con preziosa ironia i più banali oggetti di uso quotidiano: una lattina del caffè d’argento che può diventare portamatite costa mille dollari. Come recita la pagina online postata in vista dello shopping di Natale, ”questa nuova collezione innalza banali oggetti di uso comune e li trasforma in qualcosa da tenere in vista e di cui non si potrà più fare a meno”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it