Pasta, maxi sequestro: migliaia di confezioni ritirate dopo la scoperta disgustosa. Ecco cosa c’era dentro


 

Praticamente, era già condita. Oltre cento confezioni di pasta di semola di grano duro piene di vermi. La disgustosa scoperta all’interno di un supermercato di Brindisi. Il responsabile è stato denunciato all’autorità giudiziaria per contaminazione parassitaria a carico di alimenti. Durante l’ispezione sono state trovate 125 buste di pasta da mezzo chilo con all’interno vermi vivi di colore nero a documentare lo stato di infestazione parassitaria degli alimenti con scadenza nel dicembre del 2017. La merce era tutta esposta tra gli scaffali, dunque a disposizione dell’acquisto da parte dei clienti.

(Continua dopo la foto)








Altre 2mila 224 confezioni del peso complessivo di circa 1.112 chilogrammi, anche se non presentavano segni di infestazione, sono state ritirate per sicurezza. Verranno infatti analizzate dall’Arpa. L’operazione è stata condotta dagli esperti del dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Brindisi. Non è stata diffusa la marca della pasta incriminata.

Ti potrebbe interessare anche: Né troppi né pochi, la giusta porzione di spaghetti? Ecco il modo semplice e geniale per sapere qual è (bastano pochi secondi)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it