Non è a pois ma all’Expo finisce nel panino con formaggio e insalata: ecco l’hamburger di zebra


 

Nel padiglione di Expo dello Zimbabwe arriva l’hamburger di zebra. Le scorte per ora sono di 1.000 chili, già trasformati in 10mila burger pronti per sfamare la curiosità dei visitatori. Il nuovo sapore è stato inserito in un panino con una foglia di insalata e una striscia di formaggio, in un burger acquistabile al bancone. La zebra si accompagna bene con il tipico succo di baobab come il coccodrillo che a Expo l’ha preceduta aprendo le danze ad una serie di degustazioni molto particolari.

(Continua a leggere dopo la foto)



La carne di zebra, spiegano al padiglione, è molto magra – 0,5 grammi di grassi in 100 di carne – e ricca di proteine, molto usata dagli sportivi. In Zimbawe l’animale è allevato apposta, “non viene cacciato come qui fate con il capriolo”. In merito alle autorizzazioni, la zebra gode di libera circolazione in Europa ed é consumata in molti paesi, in Italia non si trova ancora spesso ma non é per un problema di norme. ”È più una questione culturale. Qui la zebra é un animale da cartone animato, come anche il coccodrillo, e voi li pensate come creature di Walt Disney – spiega lo staff – per noi sono animali da allevare, da macello, come per voi i vostri. Se gli animalisti hanno qualcosa da dire, vengano pure: siamo pronti a dare loro tutte le risposte”.